Sfida dal sapore di Serie A quella che domenica vedrà di fronte Bari e Palermo, due squadre con un glorioso passato in massima serie piombate negli ultimi anni nell’inferno della Serie C. Un match tra deluse, come dimostra la classifica che vede biancorossi e rosanero ben lontani dalle prime posizioni del campionato, complice una stagione non priva di difficoltà. Al San Nicola i siciliani arrivano dopo lo scialbo pareggio interno contro la Vibonese, che ha impedito alle aquile di allontanare le rivali per la qualificazione ai playoff

IL MISTER - A seguito dell’esonero di Roberto Boscaglia, la panchina rosanero è occupata ad interim dal vice Giacomo Filippi, alla sua prima esperienza da capo allenatore. Un ruolo inedito per il mister siciliano, confermato dalla società come traghettatore con il compito di qualificare la squadra ai playoff. Non un’impresa impossibile per l’ex braccio destro di Roberto Boscaglia, a cui servono solamente 6 punti per guadagnarsi l’accesso alla post season. 

IL MODULO - L’avvicendamento in panchina ha portato la squadra a stravolgere il proprio assetto tattico, passando dal 4-3-3 caro all’ex mister del Trapani al 3-4-2-1 che ha fruttato in Sicilia una media punti superiore a quella della gestione Boscaglia. Uno schieramento che prevede una difesa particolarmente aggressiva e un celere recupero palla da parte dei centrocampisti, che tendono a non lasciare mai spazi agli avversari. 

IL CANNONIERE - Il miglior marcatore della squadra è con 13 reti il giovanissimo attaccante Lorenzo Lucca, tra le sorprese in positivo della stagione. Fermo a tre reti invece l’ex Bari Roberto Floriano, che con i rosanero ha messo insieme in questa annata 25 presenze impreziosite inoltre da due assist.  

IL PRECEDENTE - L’ultimo precedente tra rosanero e biancorossi giocato il 23 dicembre scorso è terminato 1-1.

Sezione: Prossimo Avversario / Data: Ven 16 aprile 2021 alle 15:00
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print