L’ultima settimana di calciomercato, per il Bari, non sarà di certo priva di colpi, in entrata come in uscita. Molto dipenderà anche dalle pattuizioni intercorse tra l’Associazione Italiana Calciatori e la Lega Pro, che hanno previsto l’allargamento della lista dei calciatori in rosa a 24, più un prospetto nato almeno nel 2001, dopo l’iniziale limitazione dell'organico a 22. 

Questi accordi, che hanno scongiurato lo sciopero dei giocatori inizialmente previsto per la prima giornata di campionato, dovrebbero essere ratificati ufficialmente nella giornata di domani. Ovviamente, una novità di questa portata cambia le strategie di tutti i club coinvolti nelle contrattazioni, pugliesi inclusi.

Ormai certa la permanenza in biancorosso di Simeri e Ciofani, spesso al centro di rumors di mercato mai divenuti nulla di concreto. Sempre in piedi la trattativa con il Pordenone per la cessione di Berra, non convocato da Auteri per i primi impegni stagionali. Stesso percorso farà anche Manuel Scavone, per il quale c’è l’interesse dei friulani, ma che dovrebbe partire solo in prestito.

In cambio, in Puglia, giungerà l’esperto difensore Semenzato, 33 anni. Ma i movimenti dei galletti non si fermeranno qui. Sul piede di partenza, infatti, ci sono anche Hamlili e Neglia. Difficile, in ogni caso, che eventuali nuovi acquisti siano in campo nell’incontro di mercoledì, in Coppa Italia, in casa della Spal.

Sezione: Esclusive / Data: Lun 28 settembre 2020 alle 20:15
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print