Intervistato da TuttoBari.com, l'ex dirigente del galletto Stefano Antonelli ha fatto il punto sull'attuale momento della formazione di Vivarini: "Probabilmente i biancorossi sono leggermente indietro rispetto alle premesse iniziali, ma alla fine i veri valori delle squadre emergeranno. Mi aspettavo di vedere il Bari in testa, perché ha tutti i presupposti per essere vincente e perché io tifo questa squadra. Spero torni immediatamente prima in Serie B e poi nel massimo campionato".

Antonelli parla delle possibilità di recuperare il distacco dalla Reggina"Non bisogna illudere nessuno, nonostante io sia ottimista e tifi per i biancorossi so benissimo che otto punti a questo punto della stagione sono tantissimi. Ora il Bari non deve guardare più la classifica, il suo obiettivo è vincerle tutte senza pensare alla distanza dalla vetta, a fine campionato si faranno i conti. Anche arrivare secondi non deve essere un motivo per mollare mentalmente in vista dei play-off".

Sugli ostacoli che i biancorossi potrebbero trovare negli eventuali play-off"Non ci sono difficoltà particolari, vincere è sempre difficile. Non lo fa mai chi ha speso di più, chi uno stadio o un ambiente più importante. Per come è strutturata la squadra deve solamente essere se stessa, senza pensare a chi si ha di fronte perché la formazione di Vivarini è una spanna sopra tutte. L'avversario più pericoloso per il Bari è il Bari stesso, se scende in campo per fare quello che ha nelle corde non può avere paura di nessuno".

Chiusura su Romizi, che domenica tornerà al San Nicola da avversario: "Sicuramente per Marco Bari è stata un punto importante della carriera, forse il suo momento più alto. Tornare al San Nicola per lui sarà sicuramente piacevole, e sono convinto che i tifosi lo accoglieranno al meglio: ma poi quando si va in campo conta la sostanza, lui darà tutto per il Picerno". 

Sezione: Esclusive / Data: Sab 15 Febbraio 2020 alle 20:30
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print