La Reggina, vincitrice nel big match con la Ternana nell’ultimo turno, ha nuovamente allungato ad otto punti il suo distacco dal secondo posto in classifica. L’ex calciatore biancorosso Gigi Nicassio, intercettato dai microfoni della nostra redazione, ha così valutato lo scorso pareggio raggiunto dal Bari a Monopoli: “Sono aumentati i punti di svantaggio ed è già un passo indietro. Però chiaramente non bisogna mai mollare, ma sempre sperare che la Reggina compia qualche passo falso. E si deve comunque pensare al secondo posto, che sarebbe molto importante in ottica play-off. Il pubblico barese lo si conosce, grazie al suo calore ed alla sua gente potrebbe rivelarsi come il dodicesimo uomo in campo. Il Bari deve crederci, e seguire ciò che vuole mister Vivarini”.

Nei suoi scontri diretti fin qui disputati, si è tanto parlato di una mancanza di mentalità vincente da parte del Bari. Questo aspetto non è passato inosservato neanche a Nicassio, che ha commentato: “La mentalità vincente la si deve trovare sul campo e bisogna saperla gestire. Dal mio punto di vista, questa squadra in serie B farebbe certamente meglio. Mentre in C lascia un po’ a desiderare, perché parecchi punti ed occasioni sono stati persi, non si dovevano sprecare. Bisogna però aspettare, combattere e farsi vedere poiché un passaggio a vuoto della Reggina potrebbe ancora capitare”.

Su quale galletto punterebbe in vista del finale di stagione, per l’allenatore ci sono davvero pochi dubbi“Innanzitutto sui due attaccanti Antenucci e Simeri, che stanno dando il loro apporto. Poi punterei anche sui nuovi arrivati come Laribi, o su chi c’è già da inizio stagione come Costa. Questo sarebbe un gruppo che in cadetteria farebbe sicuramente molto bene, facendo la differenza. In terza serie invece stanno mollando qualche partita, però non bisogna sminuire questi ragazzi perché stanno dando il massimo”.

Sezione: Esclusive / Data: Mer 12 Febbraio 2020 alle 21:30
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print