Ex bomber dell’Ascoli, ora tecnico del Venezia U17 ed opinionista in TV, Andrea Soncin è intervenuto ai nostri microfoni per parlare della situazione del Bari e di quella del girone C di Serie C: “La Reggina ha in mano il destino del campionato anche se le altre non stanno facendo male ed il campionato è ancora lungo. Il Bari, dopo le difficoltà iniziali, sta trovando continuità di risultati e prestazioni; il campionato non è finito anche se la Reggina ha le potenzialità per imporre questo ritmo sino alla fine”.

Sulla coppia d’attacco Antenucci-Simeri, il Cobra si è così espresso: “Giocare a Bari è molto complesso, ci sono tantissime pressioni anche dopo le azioni ed i proclami della società. Antenucci non è una scoperta, sta bene fisicamente ed in quanto calciatore di altra categoria fa la differenza. Simeri, invece, lo conosco bene perché lo seguivo tanto quando era in D: il cambio modulo l’ha favorito ed è il classico giocatore che ha la giusta fame per fare bene in una piazza come Bari”.

Sulla prossima finestra di mercato, infine, Soncin ha espresso il suo pensiero: “Trovare l’acquisto giusto, in un sistema già collaudato, ti permette di fare moltissimi passi in avanti. La società sa bene le esigenze della squadra: a gennaio non è mai facile intervenire ma il Bari ha tutto per alzare il livello ancor di più anche in ottica di eventuali playoff il cui raggiungimento, nella miglior condizione possibile, potrebbe essere un fattore”.

Sezione: Esclusive / Data: Lun 2 Dicembre 2019 alle 22:30
Autore: Alessio D'Errico
Vedi letture
Print