L’ex biancorosso Angelo Terracenere, intervenuto ai microfoni della nostra redazione, ha commentato il momento attuale in cui versa l’Italia e i particolari giorni di quarantena: “Come hanno detto tutti in televisione, bisogna essere ligi alle regole e fare tutto ciò che si deve fare, per noi ma soprattutto nei confronti degli altri. Credo che questo momento passerà e sicuramente sarà qualcosa di bello quando ci incontreremo, andando allo stadio a vedere le partite. Perché il calcio manca sia a noi ex calciatori sia a chi lo ama”.

L’esito di questa stagione resta una vera incognita. L’ex centrocampista molfettese ha ipotizzato i possibili scenari, valutando anche quello che sarebbe più equo: “Sono convinto che se non si concludesse questo campionato, certamente troveranno una formula giusta. Per me, se il vantaggio è enorme, è giusto che la prima vada in categoria superiore mentre le altre si giochino i play-off. Se invece il distacco è minimo, tipo Juventus e Lazio, lì si potrebbe fare una doppia sfida con andata e ritorno. Penso che sia l’unica soluzione corretta che si possa fare. Se poi abbiamo la fortuna che tutto questo finisca, spero che la stagione si concluda regolarmente, anche a giugno-luglio”.

Il campionato disputato fin qui dal Bari non è stato del tutto positivo per Terracenere, che ha così giudicato: “Con la rosa che possiede, quest’anno ha fatto un discreto cammino dall’arrivo di mister Vivarini in poi. Non buono, perché una squadra blasonata come il Bari, e con quei nomi in organico, ha fatto tanti pareggi fuori casa che hanno avuto le sembianze di gare perse. Su tre punti a disposizione, il pari ormai non conta niente. Per una squadra costruita così, fino ad ora è stato un buon campionato ma non eccelso. Perché credo che i biancorossi, rispetto alla Reggina e a tutti gli altri club di serie C, come rosa siano molto più forti”.

Sezione: Esclusive / Data: Gio 26 marzo 2020 alle 08:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print