Manca ormai pochissimo al ritorno in campo del Bari. Lunedì prossimo i biancorossi disputeranno il loro primo match da dentro o fuori. La posta in palio è elevatissima per la candidata numero uno alla promozione in Serie B. Scongiuri a parte, infatti, i galletti sono la squadra più forte e completa dei playoff ma le insidie rimangono sempre dietro l'angolo.

Nei primi due turni della post season è stato già possibile constatare i benefici del fattore campo. Stadi vuoti a parte, giocare su un rettangolo di gioco già conosciuto rappresenta un vantaggio per i padroni di casa tra gestione degli spazi e velocità della palla sul manto erboso. Nelle 10 partite disputate nei playoff 2020 solo in un'occasione la squadra ospite si è guadagnata l'accesso alla fase successiva, la Triestina nella vittoria in casa del SudTirol. Un dato oggettivamente non casuale perchè permette alle squadre meglio piazzate anche di poter gestire la partita con due risultati su tre a proprio vantaggio.

Il Bari avrà sicuramente questa possibilità al suo esordio nella competizione mentre, in caso di qualificazione nella final four, si giocherebbe sempre tra le mura amiche del San Nicola (salvo incrocio con la Reggiana) ma senza il vantaggio del pareggio, visto che ci sarebbero supplementari ed eventuali rigori per decretare la vincente. 

La corsa alla riapertura dello stadio di Renzo Piano, nonostante la spinta di Bari, Lecce e l'appoggio della Regione, non appare plausibile in tempi così celeri. La speranza rimane ovviamente per le eventuali semifinali, dove la spinta calorosa dei supporter potrebbe fare davvero la differenza. Resta però da capire se la Figc possa davvero aprire le strutture solamente in Puglia e non nelle altre regioni, situazione potenzialmente delicata vista l'importanza della competizione. Tuttavia il San Nicola potrebbe comunque rappresentare un valore aggiunto, anche se chiuso. Giocare in una struttura del genere non è facile, i risultati e la storia recente dei biancorossi lo hanno ampiamente dimostrato. 

Sezione: Focus / Data: Mer 08 luglio 2020 alle 10:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print