Sabato è andato in scena al Bottecchia di Pordenone il match che ha visto sfidarsi la squadra di casa e il Pescara. Lo scontro è terminato con una vittoria degli ospiti con il risultato di 0-2. Si trattava della partita di debutto per l’ex biancorosso Nicola Legrottaglie, precedentemente allenatore della squadra Primavera e dal 20 Gennaio chiamato in prima squadra a causa delle dimissioni di Luciano Zauri.

Il tecnico classe ’76, nato calcisticamente nelle giovanili del Bari per poi proseguire la propria carriera altrove, ha potuto da subito contare su una squadra in cui il giocatore chiave è anch’egli un ex galletto: Cristian Galano.

Il memore idolo biancorosso ha infatti siglato con un colpo di testa nel secondo tempo il gol finale degli adriatici, arrivando così all’undicesima marcatura stagionale. Per adesso sul piano dei numeri è lui l’uomo di riferimento nel reparto offensivo dei delfini, nonostante la punta centrale titolare sia Riccardo Maniero, altra vecchia seppur meno amata conoscenza nell’ambiente barese. Legrottaglie ha imposto il proprio gioco in casa della seconda classificata, che non aveva mai perso sul proprio campo durante tutta la stagione. Il mister può adesso contare per la corsa ai playoff sulle qualità tecniche di un esplosivo Galano, che ha momentaneamente superato la media di un gol ogni due partite raggiunta ai tempi del Bari nella stagione 2017/2018.

Sarà quest’asse parzialmente colorato di biancorosso a far risalire il Pescara verso le zone più alte della classifica?

Sezione: Gli ex / Data: Mar 28 Gennaio 2020 alle 00:00
Autore: Gabriele Ragnini
Vedi letture
Print