L’ex portiere biancorosso Luca Gentili, intervistato dal quotidianodibari.it, ha ricordato la sua grande emozione vissuta in Bari-Latina del giugno 2014. Nella semifinale d’andata dei play-off, infatti, tra i pontini era presente al San Nicola nelle vesti di preparatore dei portieri: “Ricordo ancora come se fosse ieri, l’8 giugno 2014, un caldo pazzesco, ed oltre 50mila spettatori, uno stadio in cui ci avevo giocato, invece ero lì da avversario, seppure da allenatore dei portieri. Noi segnammo al novantesimo con il classico gol dell’ex ed al ritorno gli episodi ci arrisero a nostro favore. Cose che, invece, non successe contro il Cesena, ma questo è il calcio. Bari ha significato tanto ed è stato bello tornarci anche da avversario, perché porterò sempre Bari ed i baresi nel cuore”.

Spazio ad un commento su Laribi, anche lui presente in quel Latina: “Con noi c’era un grande Laribi che segnò anche il gol del momentaneo 2-1 contro il Bari. Su Karim Laribi, lo dico in due parole, grande professionista, qualità e serietà a disposizione della squadra non posso che parlare bene, uno stimolo in più anche per i miei portieri ad essere molto attenti sulle sue punizioni. Sicuramente per il Bari è un valore aggiunto e se ha scelto Bari, perché dietro c’è un grande progetto, oltre all’abilità del Direttore Sportivo”.

Sul Bari attuale, Gentili ha commentato: “Seguo il Bari da lontano non conosco tutte le dinamiche, però posso dire che Vivarini è un ottimo allenatore e sta facendo molto bene e sono sicuro che se ci dovesse essere ripresa potranno superare tutti gli ostacoli, playoff annessi. I playoff sono certamente una lotteria, ma la piazza di Bari auguro il meglio e di ritornare nei migliori palcoscenici e di fare anche meglio di quel Bari con tanti campioni. Bari merita il massimo per storia e tifoseria, da voi mi sento a casa, sempre forza Bari”.

Sezione: Gli ex / Data: Gio 26 Marzo 2020 alle 19:30
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print