"Mi sembra che il Bari abbia preso il giocatore giusto. Antenucci mi ricorda Spinesi nei movimenti, un giocatore che lo trovavi sempre, in area di rigore era sempre messo in posizione di poter fare gol. Non stava ad aspettare la palla spalle alla porta, lui si muoveva in modo che i compagni potessero servirlo nel modo migliore". Carlo Regalia, ex diesse biancorosso, celebra Antenucci. L'attaccante ex Spal si è subito rivelato un valore aggiunto: "Rivedendo Antenucci muoversi con tanta intelligenza in campo, il paragone è inevitabile. Pur essendo diversi, il loro scopo è di andare in gol. Spinesi sapeva fare la punta come si deve, quando attaccavamo sulla destra, lui andava a sinistra. Non faceva mai il protagonista nell’azione, poi appena arrivava la palla in mezzo lui stringeva e andava in gol, di testa, di piede. Antenucci sa come stringere verso la porta per fare gol, sente come può finire l’azione ce l’ha nel sangue la posizione che occorre trovare in campo", si legge sul Corriere dello Sport.

Sezione: Gli ex / Data: Mar 13 Agosto 2019 alle 14:00
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print