Senz’ombra di dubbio, una delle squadre che sta stupendo più di tutte in Serie B è lo Spezia. Nonostante nella serie cadetta il capitolo primo posto sembri già chiuso da un lanciatissimo Benevento, il club ligure è tra le squadre più in forma al momento. Undici sono i risultati utili consecutivi per i bianconeri, che si trovano al secondo posto in classifica (in coabitazione con altre squadre), dopo aver trascorso un inizio di stagione sottotono. Nel club, tra tutti, spiccano i nomi di Guido Angelozzi, Elio Capradossi e Piero Doronzo, transitati tutti da Bari nel corso delle loro carriere professionali.

Angelozzi, infatti, viene ricordato a Bari con distinta benevolenza da parte dei tifosi. Fu dirigente sportivo dei biancorossi dal 2010 al 2014, rimanendo il faro del club anche nei momenti più difficili, durante gli ultimi anni della gestione Matarrese. Tornato in Liguria nel 2018, dopo una breve esperienza allo Spezia nella stagione 2014/15. Tra tutti i nomi che è riuscito a portare in bianconero negli ultimi anni, spiccano quelli di giocatori di Serie A come Scuffet, Ricci e Ragusa.

Un altro di questi nomi rimarchevoli è proprio Elio Capradossi, difensore centrale che ha militato in biancorosso dall’estate del 2016 fino a gennaio del 2018. In quell’anno e mezzo fu quasi sempre tra i titolari del Bari, arrivando a collezionare 34 presenze. Anche in bianconero, club in cui è impegnato da due anni e mezzo, rientra tra le primissime scelte; in questa stagione ha infatti collezionato 22 presenze e 2 gol.

Infine, l’ultimo tassello passato da Bari dell’assetto spezzino è lo storico segretario generale Piero Doronzo; in dirigenza biancorossa dal 1996 al 2015, anno in cui si è trasferito in Liguria. Anch’egli, come Angelozzi, viene ricordato con grande affetto dalla piazza barese, e si ritrova adesso ad essere membro della dirigenza di un club che insegue il sogno promozione.

Sezione: Gli ex / Data: Ven 14 Febbraio 2020 alle 22:30
Autore: Gabriele Ragnini
Vedi letture
Print