Cissè subito decisivo. Gyomber sicurezza, male Sabelli. Le pagelle

02.04.2018 18:30 di Mario Caprioli  articolo letto 11616 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Cissè subito decisivo. Gyomber sicurezza, male Sabelli. Le pagelle

Quindicesimo successo in campionato per il Bari che espugna per due reti a uno il Partenio di Avellino. L’iniziale vantaggio di Vajushi è stato ribaltato nella ripresa dai gol di Nenè e Cissè. Con questa vittoria i biancorossi volano a quota 53 punti.

Di seguito le pagelle:

MICAI 6 Non può nulla sul gran destro di Vajushi. Nel finale rimedia in modo ingenuo un'ammonizione per perdita di tempo;

BALKOVEC 6 Partita dai due volti. Cresce nella ripresa mettendo al centro cross invitanti;

MARRONE 6 All’inizio in difficoltà, poi prende le misure agli attaccanti di casa;

GYOMBER 6.5 Il più sicuro della retroguardia biancorossa. La sua presenza è fondamentale;

SABELLI 5 Tanta imprecisione, soprattutto palla al piede. Nasce da una sua leggerissima marcatura su Vajushi il vantaggio degli irpini;

BASHA 6 Più quantità che qualità al servizio della squadra ma la sua è una prestazione di sostanza. Va vicino al gol in due occasioni;

IOCOLANO 6 Si divora il gol del vantaggio nella prima frazione. Suo l’assist per il pari di Nenè;

HENDERSON 6.5 Prende per mano la squadra per larghi tratti del match e meriterebbe anche il gol. Finisce la gara stremato;

GALANO 5.5 Fatta eccezione per un tiro velenoso ad inizio gara, non si rende quasi mai pericoloso dalle parti di Lezzerini. Può fare di più;

IMPROTA 5.5 Tanto movimento ma si divora l’impossibile, sciupando ghiotte opportunità;

NENE’ 6.5 Solita partita di sacrificio del brasiliano coronata dall’incornata vincente che regala il pareggio alla sua squadra;

TELLO SV

FLORO FLORES 6 Fondamentale nel finale nel tener palla e far rifiatare i suoi;

CISSE’ 7 Entra all’88’ e dopo soli due giri di lancette fa esplodere il settore ospiti con un gran piattone. Meglio di così...

GROSSO 6.5 Nonostante lo svantaggio e le tante occasioni non concretizzate il suo Bari è riuscito a ribaltarla mostrando quella rabbia che non si era vista nella scorsa partita di Ascoli. Azzecca il cambio Galano-Cissè nel finale