19.58 - Le dichiarazioni del ministro Spadafora, riprese da gazzetta.it: "La riunione è stata molto utile, ora l'Italia sta ripartendo ed è giusto che riparta anche il calcio. Oggi era arrivato l'ok del Cts al protocollo Figc, che confermava l'obbligo della quarantena fiduciaria in caso di positività di un giocatore e assicurava che il percorso dei tamponi dei calciatori non potrà ledere il percorso dei tamponi degli italiani. Se la curva dei contagi muterà e il campionato sarà costretto a fermarsi di nuovo, la Figc mi ha assicurato l'esistenza un piano B, i playoff, e di un piano C, la cristallizzazione della classifica. Alla luce di tutto questo possiamo dire che il campionato riprenderà il 20 giugno. C'è poi la possibilità che il 13 e il 17 si possano disputare le semifinali e la finale di Coppa Italia".

19.39 - Da tuttomercatoweb si apprende: "Ottime notizie dall’incontro a Roma tra Vincenzo Spadafora e le componenti della FIGC. Il ministro per lo Sport ha dato l’ok alla ripresa dei campionati, a partire dalla Serie A. Ora riferirà al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che deve firmare un nuovo DPCM per consentire la ripartenza al 13 giugno. In caso contrario, si ripartirà il 20. In ogni caso, il calcio italiano è pronto a tornare in campo".

E' andato in scena l'incontro fra parti calcistiche e Governo per la ripresa dei campionati. La Gazzetta dello Sport dà notizia che "La Serie A riparte. Dopo meno di un'ora di summit tra governo e vertici del calcio, il ministro Spadafora è andato da Conte per definire la data del nuovo inizio del campionato: il 13 o il 20 giugno. Da decreto infatti le manifestazioni sportive non possono riprendere prima del 14 giugno, adesso il premier deciderà se formalizzare o meno una deroga per il pallone. La conference call, iniziata alle 18.30, ha visto protagonisti Vincenzo Spadafora, Figc, Leghe, Calciatori, Allenatori e Arbitri".

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 28 maggio 2020 alle 19:35
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print