Nelle prossime ore, il Bari vorrebbe dare il via al proprio mercato in entrata con l’arrivo del suo primo acquisto invernale. E la speciale inaugurazione dovrebbe toccare proprio a Karim Laribi, un autentico colpo per il campionato di serie C. Le quotazioni del suo arrivo, infatti, sono notevolmente aumentate.

Laribi, nato a Milano ma naturalizzato tunisino, è un calciatore offensivo davvero polivalente. Ambidestro di piede, non è un trequartista puro ma tatticamente può ricoprire molto bene anche altri ruoli, dal centrocampo alle corsie esterne d’attacco. Con una buona tecnica di base ed un buon dribbling, il classe ’91 si rivela spesso pericoloso grazie ai suoi tiri dalla distanza.

Dopo aver trascorso le giovanili tra Inter, Fulham e Palermo, ha vissuto la sua prima esperienza da professionista proprio in Puglia, dove ha indossato la maglia del Foggia nella Prima Divisione della Lega Pro 2010/11. Agli ordini di Zdenek Zeman, Laribi ha disputato una buona stagione in cui ha realizzato 4 gol. Prestazioni che gli hanno permesso di passare subito in serie B nell’anno successivo, debuttando grazie al Sassuolo. Nella stagione 2012/13, Laribi ha conquistato con i neroverdi la promozione in serie A con Di Francesco in panchina. Dopo aver accumulato solo 10 presenze in massima serie, l’italo-tunisino è tornato in prestito al Latina in serie B. Con i pontini ha realizzato 3 gol, rivelandosi decisivo con la rete del momentaneo 2-1 trovato con il Bari nella semifinale play-off. Nel 2014/15, sempre in serie cadetta, con il Bologna ha realizzato la sua miglior stagione in carriera, trovando anche la seconda promozione in massima serie. Per Laribi sono stati ben 12 gli assist e 8 i gol segnati, di cui una pesante doppietta realizzata al Dall’Ara proprio contro i galletti.

Nell’anno successivo, il trequartista è tornato nuovamente in serie A con il Sassuolo. Dopo aver raccolto solamente 11 gettoni, un lungo infortunio al ginocchio lo ha costretto a chiudere prematuramente già a fine gennaio la sua stagione. L’esperienza emiliana si è conclusa, quindi, con soli 3 gol siglati in 40 presenze. In estate è risceso in serie B con il Cesena, dove da ex si è rivelato decisivo in Coppa Italia contro il Sassuolo con un suo timbro, che ha regalato ai romagnoli l’accesso ai quarti di finale dopo 46 anni. Conclude il primo anno in bianconero con 3 gol e un assist, mentre in quello successivo, tra campionato e coppa, ha realizzato ben 11 assist e 9 reti, di cui una nel pareggio col Bari.

Dopo due presenze con la Tunisia, è stato anche presente tra i pre-convocati per il mondiale in Russia, venendo poi escluso. A causa del fallimento, nel 2018/19 ha lasciato il Cesena ed è passato all’Hellas Verona dove, grazie anche ai suoi 4 gol (l’ultimo decisivo nel 3-0 della finale play-off con il Cittadella), ha centrato la sua terza promozione in serie A.

Adesso Laribi, dopo sole 13 presenze in serie B con l’Empoli e poche gioie personali, ha certamente il desiderio di rilanciarsi. E con il Bari vicino, l'italo-tunisino vorrebbe ora centrare la sua quarta promozione in carriera, la prima dalla serie C.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 8 Gennaio 2020 alle 23:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print