Per il Bari che sta programmando una nuova stagione nel quale si ritrova, inaspettatamente, relegato nuovamente in Serie C, diventa fondamentale trovare dei pilastri su cui fondare la ripartenza, nel quale non sarà consentito sbagliare ancora. Per farlo, si potrà guardare a quei calciatori che più di altri hanno portato sulle proprie spalle il peso della formazione biancorossa, ovvero i cinque con il maggior minutaggio durante la stagione che si è appena conclusa.

Fra questi c'è Alessio Sabbione, che è stato il più impiegato da Giovanni Cornacchini prima e da Vincenzo Vivarini poi. Ripagando la fiducia riposta in lui dai tecnici, non solo in fase difensiva ma anche in quella realizzativa, poiché il centrale difensivo ha trovato la via del gol in quattro occasioni. A seguirlo a ruota c'è stato l'uomo simbolo della squadra, il capocannoniere Mirco Antenucci: considerando la sua esperienza e quanto messo in mostra durante il campionato, appare difficile pensare che la ripartenza possa non vederlo protagonista. 

Il terzo più utilizzato è stato Pierluigi Frattali, sul cui futuro aleggia qualche punto di domanda in più, dato che nelle ultime ore sono circolate voci di mercato riguardante un possibile interesse dalla Serie B per il portiere. In quarta posizione c'è un altro componente della retroguardia, Marco Perrotta, che durante l'anno ha spaziato sia come centrale nella difesa a tre che come terzino nello schieramento a quattro, con risultati quasi sempre positivi.

In quinta posizione un altro degli uomini simbolo del Bari, ovvero Simone Simeri. Il centravanti paga le tante panchine della prima parte di stagione, ma sarà con ogni probabilità al centro del progetto tecnico della squadra che verrà. Cinque uomini per un club che ha già solide fondamenta per programmare il nuovo campionato.

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 06 agosto 2020 alle 22:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print