I numerosi infortuni che tormentano il Bari stanno costringendo diversi galletti ad interpretare ruoli adattati, per consentire alla squadra di giocare al meglio. Tra i giocatori chiamati a sostituire i loro compagni ai box, Daniele Sarzi Puttini si sta rivelando una delle sorprese più piacevoli.

Il calciatore emiliano, prelevato in prestito dall’Ascoli a gennaio, è arrivato in Puglia in sordina. Tra le sue primissime partite in biancorosso, quella di Teramo fece particolarmente indispettire i tifosi baresi per via dell’errore difensivo commesso sul secondo gol. Fortunatamente, però, quella gara è stata subito archiviata, e le sue prestazioni sono migliorate partita dopo partita.

Nel match contro la Cavese, in cui il Bari ha manifestato i primi sintomi dell’emergenza infortuni, Sarzi è subentrato da esterno al posto di Rolando, per poi occupare la posizione di centrale di sinistra quando è uscito Minelli; ruolo insolito, considerando che è un giocatore che viaggia sulle corsie esterne. Nonostante ciò, ha tenuto bene la linea difensiva, e soprattutto ha servito l’assist per il pareggio con un ottimo cross sulla testa di D’Ursi.

Una volta esonerato Auteri, il neotecnico Carrera ha dovuto inventare altre soluzioni per adattare l’ex Ascoli nei suoi schemi di gioco. Contro il Monopoli, da terzino sinistro, Sarzi ha disputato un’ottima gara, impedendo fin dal primo minuto ai gabbiani di effettuare pericolose incursioni offensive nell’area biancorossa.

La migliore prestazione, però, è arrivata domenica, al Massimino di Catania. Sebbene il numero quindici sia stato costretto ad agire sulle corsie esterne della trequarti al posto dello squalificato Marras, è riuscito a interpretare la doppia fase con successo. La palla gol per Cianci è arrivata dai suoi piedi, grazie a un altro traversone che ha confermato le sue doti da assistman.

Il rientro di Rolando è vicino, ma le apparizioni di Sarzi non hanno fatto rimpiangere il numero nove biancorosso. Data la loro versatilità, Carrera potrà trovare l’alchimia giusta per far convivere entrambi gli esterni del Bari, fin qui autori di lodevoli prestazioni.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 23:00
Autore: Gabriele Ragnini
Vedi letture
Print