C'è voluta la doppietta della Anaclerio per avere la meglio sul Cuneo diretta concorrente per la permanenza in Serie A. Tifoso d'eccezione al match che ha visto rinascere le Pink, dopo un periodo difficile, Romeo Paparesta, vero portafortuna per le ragazze di Cardone.

La cronaca: partita molto tattica, dai ritmi blandi specie nella prima frazione, data l'importanza della posta in palio. La paura di sbagliare e l'assenza di qualche titolare hanno di fatto condizionato il rendimento delle ragazze ad inizio gara. Ma dopo venti minuti di non gioco, ecco un lampo nel grigiore: calcio di punizione della Ceci, colpo di testa della Anaclerio è l'1-0 per le Pink. La reazione delle piemontesi è poco incisiva, il gioco continua ad essere spezzettato mentre le ragazze di Cardone controllano la gara e non corrono rischi, così si va a riposo.

Nella ripresa le baresi raddoppiano sempre con la Anaclerio lesta ad insaccare la sfera, in mezza rovesciata, alla destra del portiere. Il 2-0 sveglia improvvisamente il Cuneo: gli ospiti raccolgono i propri frutti a 15 minuti dalla fine in contropiede grazie ad una dormita generale della difesa biancorossa. Il forcing delle piemontesi produce solo un palo su punizione e qualche contropiede barese, ma non succede più nulla. Finisce 2-1

Le Pink ottengono così la loro seconda vittoria casalinga, interpretando la partita con molta intelligenza e cedendo solo negli ultimi quindici minuti pur meritando un successo che le rilanciano in una posizione di classifica più tranquilla. Sabato prossimo c'è il riposo, ghiotta possibilità per recuperare qualche infortunata e il transfer della Moore. Si riprenderà sabato 29 novembre con la trasferta sarda a Sassari contro la Torres con la speranza di racimolare qualche punticino anche fuori dalle mura amiche.

Formazione Bari: Di Bari, De Palo, Novellino, Anaclerio, Maffei, Kayierina, Akerraze, Strisciuglio (Pinto), Olivieri, Ceci, Rogazione (Paolillo). A disposizione: La Forgia, Cangiano. All. Isabella Cardone
 

Sezione: La Bari in Rosa / Data: Sab 15 Novembre 2014 alle 18:15 / Fonte: a cura di Francesco Didonna
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print