Domenica a Caserta è ripresa la corsa del Bari verso l’obiettivo promozione. La vittoria sulla formazione campana ha riportato quel pizzico di serenità necessario ad affrontare le prossime partite. Per saperne di più sulla prestazione abbiamo intervistato Alessandro Del Grosso. Questo il parere dell'ex difensore biancorosso, intercettato in esclusiva dai nostri microfoni: "Sono contento della risposta dei giocatori, che sono partiti più aggressivi e convinti. Si è vista subito la personalità anche se dovrebbe essere sempre così. L’atteggiamento iniziale da squadra di categoria ha cambiato la partita. Poi il risultato in un campo difficile è stata la ciliegina sulla torta.. L’espulsione? Visto l’impatto sarebbe cambiato poco per la Casertana. Il Bari sarebbe venuto fuori ugualmente".

Le scelte di formazione: "Bianco e De Risio avevamo giocato pochissimo insieme e si sono dimostrati pronti. Può capitare che in alcuni periodi, quando si è meno presi in considerazione, di sottovalutare la settimana e la partita mentre loro non lo hanno fatto. Hanno dato un'ottima risposta ma li conosciamo, hanno un carattere forte. Antenucci? Ha subito qualche critica ma io lo farei giocare sempre. Le difese e gli allenatori avversari lo tengono sempre d’occhio, è una preoccupazione in più. Quindi tutti quelli accanto a lui possono fare bene".

Il ritorno di Auteri e la presa di posizione nelle conferenze stampa: "Non avere una guida in panchina è difficile, a meno che non abbia tutti fenomeni. Si è vista la differenza nella gestione della partita e anche meno nervosismo. In settimana mi sono piaciute le parole del direttore sportivo che ha detto di non vedere l’ora di ritrovare la Ternana nel girone di ritorno. Anche questo fa capire che dalla società c’è una grande voglia. Trovare un direttore che si assume la responsabilità non è così scontato. Stesso discorso per il mister, bisogna dargliene atto in una piazza difficile come Bari. Non è da tutti metterci la faccia".  

Sulla prossima sfida contro il Catanzaro: "Ci ho giocato, conosco l’ambiente. Vengano da un ottimo periodo con 10 punti nelle ultime 4. Hanno entusiasmo e sono molto pimpanti. Il Bari troverà una squadra ben messa in campo e che non lascerà mai niente al caso. Poi chiunque gioca contro i galletti, a prescindere dai risultati precedenti, darà sempre il massimo. Magari qualche giocatore avversario pensa che giocare bene con i biancorossi, ti metta in mostra anche alla luce del Napoli".

La lotta al primo posto: "Il campionato è molto livellato anche se può capitare la partita in cui vinci 4-0. Se andiamo a vedere le altre gare del Girone C, spesso la differenza la fa l’errore del singolo in difesa e non di reparto. A giro capita un po’ a tutti. Anche nella vittoria della Ternana sul Teramo. La stagione è ancora lunga ed è tutto aperto, considerata anche l’incognita Covid. La differenza per ora è tutta nello scontro diretto. Le inseguitrici non sono così lontane. Non bisogna mollare".

Sezione: La sciabolata / Data: Mar 24 novembre 2020 alle 13:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print