Fenomeno sportivo tra i più indecifrabili, il calcio, quando credi di averci capito qualcosa allora è certo che non  hai capito niente,gli addetti ai lavori "invece""pure" come diceva il grande Renato Rascel. M'imbatto in questa frase a proposito dell'ennesima figuraccia  contro il Monopoli: "A Vivarini l'arduo compito di migliorare non soltanto il gioco, ma anche la condizione atletica della squadra. Nella ripresa il Monopoli sembrava averne di più. Se non è un campanello d'allarme, poco ci manca". Allora è chiaro che il calcio non è più questione sportiva ma di strizzacervelli! 

Ma come se rispetto all'anno scorso in cui "una sporca dozzina" si potrebbe dire,  si è riunita a Roma per una parodia di precampionato, che è riuscita a vincere sia pure un campionato di serie D con Cornacchini,  quest'anno con un regolare precampionato sia pure con giocatori arrivati a rate come accade un po' dappertutto, non c'è condizione atletica? E come la mettiamo con Awua che ha la migliore condizione atletica mentre Bianco molto meno, arrivati entrambi nelle battute finali della campagna acquisti insieme a Ferrari anch'esso dalla condizione atletica precaria, ma per lui  si dice per il suo fisico possente?

Ed ecco che Vivarini usa un'espressione da strizzacervello, appunto, bisogna entrare nella testa dei giocatori, capire perchè pur proveniendo da categorie calcistiche superiori i biancorossi, non  solo non eccellono ma addirittura nell'ennesima brutta figura contro il Monopoli è il portierino  giovanissimo della serie D ad essere il migliore in campo evitando un gol già fatto e l'ennesima sconfitta!

Ma oltre il faceto c'è il serio, infatti   a figure che studiano la psiche nel calcio si ricorre veramente, ma se ciò è vero fatelo presto. Ma forse basta semplicemente studiare gli altri addetti ai lavori che si occupano di calcio: studiate, ad esempio, cosa sta facendo Conte, una vecchia conoscenza dei baresi, all'Inter (e comunque dovunque è andato).

Dai, Vivarini gli faccia  una telefonata, parlate del male oscuro di questa squadra, una consulenza non la negherà di certo. In una zona recondita del suo cuore c'è ancora del biancorosso che pulsa. 

Mimmo D'Aloia

Scrivi anche tu le tue impressioni sul Bari all' indirizzo e-mail laletteradeltifoso@tuttobari.com.

Sezione: Lettera del Tifoso / Data: Gio 26 Settembre 2019 alle 13:00
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print