La stagione di Karim Laribi con la maglia del Bari non è stata esaltante, sia a livello personale che a livello di squadra, con la sconfitta in finale playoff con la Reggiana. Il centrocampista 29enne è arrivato in Puglia a gennaio, in prestito dall’Hellas Verona, proprietario del cartellino del giocatore, che da luglio 2019 a gennaio 2020 ha giocato in prestito all’Empoli.

In Serie C, con la maglia del Bari, ha ottenuto 12 presenze (9 in campionato e 3 nei playoff), giocando 976 minuti. Il giocatore è stato schierato sempre dal primo minuto, nel ruolo di trequartista. Il bottino di gol è sicuramente il dato più deludente: solo 2 le reti segnate, una al Picerno il 16 febbraio (gol del 3-0) e una alla Ternana il 26 febbraio (match finito 2-2).

Dopo un inizio incoraggiante, con buone prestazioni e due gol segnati a febbraio (a distanza di 10 giorni), l’italiano naturalizzato tunisino ha smesso di segnare. Poca fortuna, sicuramente, ma anche poca precisione e cattiveria. E’ innegabile che mister Vivarini e tifosi si aspettassero qualcosa in più da lui, viste le qualità del giocatore, oltre che la sua esperienza. Non è un caso che a gennaio non fosse la prima scelta (il mister aveva chiesto Ninkovic).

Se non altro ha dimostrato di essere in una discreta condizione fisica, avendole giocate tutte da quando è arrivato. A completare il tabellino personale con la maglia biancorossa 3 ammonizioni e 2 assist (entrambi contro il Monopoli il 9 febbraio).

Complessivamente in questa stagione ha giocato 28 partite (1768’), con 2 gol e 3 assist. Nella passata stagione in 34 partite aveva messo a segno 4 gol e 4 assist, mentre nel 2017/18 il suo bottino segnava addirittura 9 gol e 11 assist. Un rendimento, dunque, in calo. Non a caso è emblematica l’evoluzione del suo valore di mercato (secondo Transfermarkt), che in 2 anni è passato da 1.5 milioni di euro (al momento del passaggio dal Cesena al Verona) a 500.000 euro (valore al 31 agosto). Ieri il saluto ai tifosi via social. Laribi, salvo sorprese, non giocherà più con la maglia biancorossa addosso.

Sezione: News / Data: Dom 02 agosto 2020 alle 14:30
Autore: Rino Cimini
Vedi letture
Print