La data di inizio dei playoff di Serie C è sempre più vicina; adesso che il campionato è finito, le classifiche sono delineate, così come i primi turni della competizione finale. Negli spareggi promozione il Bari non si dovrebbe solamente preoccupare di squadre degli altri tabelloni, perché anche nel girone C ci sono compagini che in questo finale di stagione hanno dimostrato di poter essere pericolose, come la Juve Stabia.

Il club campano ha terminato il campionato al quinto posto con 61 punti, solo due in meno del Bari. Lo scontro diretto dello scorso 3 marzo è stato decisivo, con i galletti che si sono imposti per 2-0 a Castellammare di Stabia. A posteriori, quel punteggio ha condannato le vespe a partire dal primo turno della fase girone dei playoff, in cui affronteranno la Casertana.

Nel corso del campionato, la Juve Stabia ha ottenuto risultati discontinui, ad eccezione del finale di stagione; le otto vittorie nelle ultime nove partite sono state decisive per la lotta playoff. In trasferta, inoltre, le vespe si sono sempre distinte per delle prestazioni solide, grazie a cui hanno ottenuto ben dieci vittorie fuori dalle mura del Romeo Menti, per una media di 1,89 punti a gara, la seconda del girone C.

Non mancano le precarietà. Con 39 reti incassate nell’intera stagione, la Juve Stabia è la terza peggiore difesa tra le squadre qualificate ai playoff. Insieme alle undici sconfitte rimediate, questi dati dimostrano come i campani siano facilmente penetrabili.

La squadra di Pasquale Padalino si schiera solitamente col 3-4-3, in cui il capocannoniere da dodici reti Alessandro Marotta, ex attaccante del Bari, è il terminale offensivo principale. Anche l’ala destra Francesco Orlando ha ottenuto buoni numeri, collezionando sei gol e tre assist.

Arrivato a Castellammare lo scorso gennaio dopo un’avventura sbiadita al Bari, il difensore Giuseppe Esposito si è subito integrato bene nel roster rossoblù, mettendo a referto tre assist in pochi mesi. Buon numero di passaggi vincenti anche per il centrocampista Andrea Vallocchia, che ne conta ben sette. Solo diciannove apparizioni per il terzo ex galletto Andrea Bovo.

Sezione: News / Data: Mer 05 maggio 2021 alle 07:00
Autore: Gabriele Ragnini
Vedi letture
Print