Alla vigilia dello sprint finale prima della sosta natalizia, il presidente della Sicula Leonzio Giuseppe Leonardi ha attaccato pesantemente la sua squadra, auspicando un cambio di passo nelle prossime gare, in cui i bianconeri saranno impegnati anche con i biancorossi. Queste le sue parole, riportate nell'edizione siciliana de La Gazzetta dello Sport: "Le gare con Avellino, Reggina e Bari saranno fondamentali. I giocatori mi devono dimostrare di meritare i colori bianconeri. I sacrifici fatti nei 7 anni della mia gestione certamente non possono essere distrutti da 4 pseudogiocatori".

Il presidente continua andando all'attacco: "Domenica si è toccato il punto più basso della mia gestione. Non era mai capitato di fare delle figuracce simili. Sono molto amareggiato anche perché in estate abbiamo costruito un organico competitivo cercando di venire incontro alle richieste del ds Mignemi. Io non posso rimproverare nulla. Visti i risultati ottenuti finora, sono stati sbagliati però nettamente i profili dei giocatori e degli uomini scelti. Mi sento tradito dai 22 giocatori. Ho chiesto solo loro lavoro e spirito di sacrificio. Non voglio essere preso in giro".

Sezione: News / Data: Sab 07 dicembre 2019 alle 00:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print