La stagione calcistica deve essere portata a termine anche per una questione di regolarità secondo Reginaldo. Queste le parole dell'attaccante, intervistato da Reggina Tv: "Non sono la persona adatta per dire come si dovrà procedere, di sicuro non sarebbe giusto per noi che venisse cancellato tutto quello che abbiamo costruito. Sarei disposto ad andare anche oltre il 30 giugno. Questo è un gruppo unito - riporta citynow.it - l'ho detto sin dal primo giorno di preparazione. Nessuno parlava della Reggina, oggi siamo in testa alla classifica con nove punti di vantaggio. Vorrei concludere questo campionato per dimostrare che siamo i più forti, abbiamo tante motivazioni".

Sulla situazione legata al coronavirus: "E’ un momento complicato per tutti, non solo per noi calciatori. Stiamo a casa, io non sono molto social ma questo è un messaggio che ripetutamente voglio mandare a tutti. Oggi non abbiamo certezze su come e quando ripartiremo e se ripartiremo. Ci stiamo allenando sotto le direttive dello staff tecnico, avremo dieci, quindi giorni di tempo per recuperare la condizione nel caso in cui si ricominciasse".

Sezione: Serie C / Data: Mar 24 Marzo 2020 alle 21:30
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print