Ci siamo. Il gong che sancirà l’inizio dei playoff sta per suonare, e già domani diverse squadre del girone C scenderanno in campo per il primo turno della fase girone. Tra queste c’è la Virtus Francavilla, squadra pugliese come il Bari, che sfiderà il Catania in trasferta.

I brindisini si sono sempre qualificati ai playoff negli ultimi 4 anni, fin dal primo anno in C, massima categoria che il club abbia mai raggiunto nella propria storia. Quest’anno il piazzamento al nono posto, a quota 40 punti, ha dato prova della continuità di risultati che il Francavilla sta ottenendo in questi anni, nonostante sia, storicamente, una realtà calcistica di provincia.

Certo, le precarietà della squadra non sono poche, come ad esempio le troppe reti incassate in stagione (36), così come le 10 sconfitte subite; stesso numero delle vittorie e dei pareggi. C’è anche un dato curioso, ma che lascia l’amaro in bocca ai tifosi francavillesi: la capienza massima dello stadio è di 1800 posti, che vengono quasi sempre occupati, e incredibilmente, in trasferta, la media supera i 2000 spettatori ospiti a partita.

Le grandi imprese però non sono mancate: i biancazzurri sono l’unica squadra ad aver battuto sia il Bari – nell’1-0 della partita d’andata – che la Reggina, prime due squadre del girone. Anche i 39 gol segnati dimostrano un’attitudine aggressiva e ambiziosa. Basti pensare che il Monopoli, squadra dedita ad un gioco dinamico, ha realizzato un solo gol in più stagionale.

L’allenatore Trocini schiera solitamente i propri uomini col modulo 3-5-2, e le due punte Perez e Vazquez, che insieme hanno segnato 21 gol, elevano qualitativamente il tandem offensivo. Anche il giovanissimo trequartista classe ’99 Mastropietro, coi suoi 3 gol e 1 assist, ha dato prova di essere una risorsa importante del roster biancazzurro. In difesa, infine, occhio al terzino Albertini e al centrale Marino, autori di 2 gol ciascuno.

Sezione: Serie C / Data: Lun 29 giugno 2020 alle 22:00
Autore: Gabriele Ragnini
Vedi letture
Print