Ore di flebile e residua speranza. Manca ancora la svolta...

13.07.2018 21:20 di Redazione TuttoBari   Vedi letture
Ore di flebile e residua speranza. Manca ancora la svolta...

21.18 - Nelle scorse ore ai nostri microfoni sono arrivati altri contributi di ex preoccupati dalla situazione. "Il mio stato d'animo è di paura e angoscia", ha dichiarato Guastella. "Speriamo si risolva tutto per il meglio, con la permanenza del Bari tra i professionisti", l'auspicio di De Trizio.

21.16 - La partita resta dunque a due: da una parte Giancaspro e i suoi presunti contatti, dall'altra i tentativi del sindaco, coadiuvato da ex fedelissimi dell'attuale presidente biancorosso. Il tempo scorre inesorabile e non c'è ancora all'orizzonte una svolta chiara. Sono ore di flebile e residua speranza quelle del Bari.

18.45 - Secondo Antenna Sud, l'ormai ex legale biancorosso Francesco Biga avrebbe incontrato Pasquale Bacco, amministratore delegato della Meleam, già in passato accostato alle vicende del Bari Calcio. In questo momento Biga sarebbe l’intermediario del sindaco di Bari Antonio Decaro, insieme all’avvocato Davide Pellegrino, per cercare di salvare il calcio a Bari.

18.30 - Scorrono le ore ma di ricapitalizzazione e ingresso di nuovi investitori, nemmeno l'ombra. Nonostante le buone intenzioni, alcuni imprenditori interessati si sono e si stanno arenando di fronte all'impossibilità di prendere visione delle dovute documentazioni in tempi ragionevoli. Pare che siano arrivati persino interessamenti d'oltremanica, precisamente dall'Inghilterra ma gli ostacoli restano gli stessi: tempistiche brevissime e poca chiarezza da parte di chi dovrebbe invece darne in quantità industriale, ovvero Cosmo Giancaspro

15.05 - "Non hanno avuto esito positivo gli incontri tra il sindaco Decaro e alcuni imprenditori baresi che ieri avevano mostrato interesse per il Bari. Ci sarebbe stato invece qualche passo in avanti di Giancaspro che da stamane è in riunione con nuovi potenziali investitori che potrebbero venire in soccorso al club". Lo rivela il Tgr Puglia.

14.49(ANSA) - BARI, 13 LUG - Il Bari, al centro di una controversa procedura di ricapitalizzazione per iscriversi al nuovo campionato, perde altri pezzi: si è dimesso dal consiglio di amministrazione l'avvocato Francesco Biga, già consulente del presidente Cosmo Giancaspro. Al fondo ci sono motivazioni molto pesanti: le dimissioni - specificate in una nota all'ANSA - arrivano «a seguito degli insanabili contrasti insorti all'interno dell'organo sociale in relazione all'esecuzione della delibera dell'Assemblea straordinaria dei soci del 15 giugno 2018, alla persistente mancanza dei chiarimenti richiesti in ordine alla verbalizzazione delle riunioni tenutesi in data 9-11 luglio 2018 ed al venir meno di ogni ragione idonea a giustificare la sua ulteriore permanenza nell'ufficio». Le dimissioni decorrono da oggi: Biga era stato nominato nel cda con delibera dell'assemblea ordinaria dei soci del 23 febbraio 2018.

14.16 - Pasquale Loseto a TuttoBari: "E' una brutta situazione. Una città che non merita questa umiliazione, perchè questa è una vera e propria umiliazione".

14.14 - Maiellaro a TuttoBari: "I problemi se non li risolvi in tempo rischi di ritrovarti in queste situazioni spiacevoli. Però, non bisogna fasciarsi la testa prima di romperla, anche se la situazione del Bari onestamente fa paura".

12.40 - E' in posizione d'attesa Brienza. In un momento indubbiamente delicato, la sua posizione resta fra le più interessate all'intervento.

12.09 - Da scartare l'ipotesi Canonico. Stando a quanto appreso dalla nostra redazione, nessun incontro è stato consumato fra Giancaspro e l'attuale patron del Bisceglie. Un eventuale intervento avverrebbe solo in un successivo momento in ottica ripartenza dalla Serie C.

12.05 - Intanto i Seguaci della Nord: "Qualcuno crede di tenerci sulle spine. Ma ha a che fare con un popolo che ha la schiena dritta e la pelle dura. Non ci chiediamo cosa e chi spinga questo qualcuno a giocare coi sentimenti della tifoseria; sappiamo solo che nemmeno il peggiore dei masochisti arriverebbe ad assumere tali atteggiamenti. E noi, a prescindere dall’epilogo di questa commedia di bassa lega, non lo dimenticheremo mai. Perchè siamo marmo contro palude, vita contro la morte, passione contro interessi. Noi...siamo i baresi".

12.01 - Il giornalista Michele Salomone aggiorna: "Due notizie dell'ultima ora: una negativa, l'altra in apparenza positiva. Il giovane imprenditore barese, considerata persona affidabile e solida dal sindaco Antonio Decaro, questa mattina ha comunicato al primo cittadino di aver rinunciato all'ingresso nel Fc Bari 1908 in presenza di una situazione non chiara. In passato aveva inoltre cercato di far entrare una società di calcio della serie B inglese nella proprietà del Bari con il 20%, ricevendo il rifiuto di Giancaspro. Mentre Nicola Brienza dalla Cina non riesce ancora a ricevere i documenti relativi al bilancio, sembra che Giancaspro abbia trovato i soldi per risolvere ogni problema. E questo spiegherebbe il mancato invio della documentazione. L'ultimissima è che sarebbero imminenti le dimissioni di un altro componente del CdA dopo quelle di Raul Pellegrini".

12.00 - Altra giornata di passione. Il Bari cerca la strada verso la salvezza. E' plausibile pensare che proprio oggi possa essere la giornata decisiva: lunedì scade il termine per mettersi in regola, con il solo weekend di mezzo sarebbe un azzardo non trovare la corsia giusta già in giornata.