Mirco Antenucci, malgrado la distanza temporale a causa del lungo stop dal calcio giocato, non ha assolutamente dimenticato come si fa gol. Contro la Ternana, infatti, è stato lui a rivelarsi decisivo su rigore. Per parlare proprio della sua importanza in questi play-off, la nostra redazione ha contattato Bepi Pillon, ex allenatore dei galletti e mister del classe '84 in quel di Ascoli: "Penso che sia l'uomo determinante per il Bari, perché è un giocatore di grande qualità e personalità. Ha l'esperienza giusta, perciò credo che i biancorossi sono in buone mani, anche se i play-off sono sempre un terno al lotto".

Per il bomber biancorosso gli undici metri non sono mai stati un peso, come dimostrano i nove centri su nove di quest'anno... "Mirco è sempre stato un rigorista, anche con me ad Ascoli lo è stato: ha sempre fatto i gol determinanti. Da questo punto di vista non c'è nessun problema".

Con Pillon Antenucci stabilì il suo record di 24 gol. Prima del lockdown era davvero sui ritmi per batterlo, adesso invece occorreranno tre gol in due gare per eguagliarlo. Il mister però ha auspicato: "Non so se possa ancora farcela, è sempre difficile dirlo. Però glielo auguro di tutto cuore, perché conosco il ragazzo, la sua serietà, bravura e personalità. Ho una grandissima stima di lui e penso che al di là dei gol che potrà fare, sarà utilissimo alla causa del Bari. D'altronde lo ha già dimostrato".

Sull'impatto della punta molisana per l'intero spogliatoio, il tecnico ha risposto: "E' importantissimo per come si allena, per come si comporta: senza dubbio un esempio da seguire per i compagni. Fondamentale soprattutto per l'allenatore, a cui invece garantisce sempre 20 gol a campionato: con Antenucci si sta tranquilli".

Anche per il mister veneto i galletti sono davanti a tutti, ma avverte"Il Bari è la favorita come organico, potenziale e per tutto quello che possiede. Però bisogna stare sempre attenti, sono partite secche e difficili. Adesso c'è la semifinale e poi la finale. Io ho avuto la possibilità di fare la final four con l'Alessandria. Avevamo fatto benissimo tutti i play-off, ma abbiamo toppato proprio la finale: eravamo un po' sulle gambe e il Parma ci ha punito".

Sezione: Esclusive / Data: Mer 15 luglio 2020 alle 16:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print