Per Luigi De Rosa, 58 anni, barese purosangue, i colori biancorossi restano quelli che lo hanno lanciato, fin da giovanissimo, nel mondo del pallone nostrano. Bandiera dei pugliesi, prima nel vivaio e quindi in prima squadra, dal 1979 al 1984, l’allora centrocampista offensivo si trasferì poi nel Pescara di Catuzzi. Fu lì, in Abruzzo, che De Rosa conobbe un giovanissimo Carrera, all'epoca arcigno difensore.

In esclusiva alla nostra redazione, il cinquantottenne ha parlato della decisione del suo ex compagno di squadra di sposare la causa dei galletti: “Massimo ha accettato Bari perché c’è un progetto serio, in una piazza importante. Lui ha tutte le carte in regola per portare questi colori in cadetteria. La Ternana ha molti punti di vantaggio, ma il campionato è ancora lungo e nel calcio non si sa mai. Ed in ogni caso la società biancorossa ha un rosa che può imporsi ai playoff. Sono molto fiducioso, e convinto che questa esperienza possa avere una conclusione vincente.”

Sul comune passato calcistico, De Rosa ricorda: “Un bravo ragazzo ed un buonissimo giocatore, che infatti ha fatto una carriera di grande livello. Ci siamo divertiti, insieme. In quella compagine, c'era anche Gian Piero Gasperini. Anche da mister promette bene, visti i risultati conseguiti all’estero. Lo stesso Auteri è un buon allenatore ed un grande conoscitore della categoria, ma quando i risultati non arrivano, in questo sport, paga sempre il tecnico. Certo, quella di Carrera è una scelta coraggiosa, ma secondo me per lui questa sarà una chance importante per mettersi in gioco sul palcoscenico italiano. E lo farà in un club con grande storia e tradizione, ed una proprietà solida.”

Sezione: Esclusive / Data: Sab 13 febbraio 2021 alle 13:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print