Intercettato in esclusiva ai nostri microfoni, l’ex calciatore dei galletti Rodolfo Giorgetti ha parlato dell’esonero di Carrera e delle cause che hanno portato la dirigenza a optare per il cambio in panchina. Ecco le sue parole: “Ho il parere che la dirigenza e chi governa una piazza importante come Bari debbano avere le idee chiare, bisogna avere le mani sul timone ben salde. Noi abbiamo fatto la storia del Bari nel quadriennio migliore del club con Fascetti contestato. Va detto che Matarrese lo difese sempre a spada tratta e grazie a questa difesa a oltranza abbiamo ottenuto dei risultati che oggi sono ben riconosciuti”

Sulle motivazioni che hanno portato all’esonero Massimo Carrera: “Per parlare in maniera specifica bisogna conoscere le motivazioni che hanno portato all'allantonamento. Bari è difficile da gestire, la piazza è esigente e non mancano le pressioni. Credo però che se una società faccia decidere l’esonero di un allenatore ai giocatori debba cambiare investimento. Se fosse successo davvero tutto questo sarebbe sinonimo di grande dilettantismo da parte della società”. 

Riguardo il ruolo dei biancorossi ai playoff: “Il Bari con il potenziale che ha se incanala dei risultati positivi sotto le ali dell’entusiasmo della piazza e del suo pubblico può senza dubbio trionfare nella parte finale del campionato. Ne sono più che convinto”.

Sezione: Esclusive / Data: Gio 22 aprile 2021 alle 20:00
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print