Verso la C, Silvestri (Potenza) a TuttoBari: "Pazzo di Floriano..."

02.08.2019 13:00 di Francesco Patruno   Vedi letture
Verso la C, Silvestri (Potenza) a TuttoBari: "Pazzo di Floriano..."

Sarà il Potenza una delle prossime avversarie dei biancorossi nella prossima stagione. Ai nostri microfoni Luigi Silvestri, terzino dei lucani. Ecco le sue dichiarazioni.

Quali sono le sensazioni provate in ritiro in vista della nuova stagione?

“Sono arrivato da poco, le sensazioni sono positive. Gruppo molto amalgamato e i big sono tutti rimasti. La società ha fatto innesti importanti in ogni ruolo e la squadra è buona. Sappiamo sarà dura ma daremo il meglio”.

Qual è secondo te il punto di forza del Potenza?

“Il punto di forza è il gruppo, quando ci sono malumori vanno isolati. Qui l’ambiente giova molto, anche attraverso la società si respira serenità. I veterani sono stati molto accoglienti e maturi nei confronti dei nuovi e credo che questa sia un’ottima base per costruire un gruppo vincente”.

A cosa ambite in questo campionato e a cosa ambisce Silvestri?

“La mia ambizione personale sono i play-off. Gli ho sempre voluti giocare, ma ne ho avuto l’opportunità solo una volta, ma non da protagonista. Il Potenza invece ambisce a migliorare la quinta posizione dello scorso anno, già positiva. Le ambizioni sono importanti e la società e la dirigenza hanno dato un bel segnale mantenendo i migliori”.

Che effetto vi farà giocare al San Nicola? Ci sei mai stato da avversario?

“Per me è la prima volta in questo stadio, sarà una grande emozione essendo uno stadio storico, mi auguro di vederlo pieno. L'anno scorso ho visto molte partite dei biancorossi essendo grande amico di Bollino. Il Bari ha una società esemplare e spero che anche le grandi piazze come il Palermo prendano esempio dal suo modo di operare. Per gli amanti del calcio inoltre, citando molte grandi squadre e tifoserie, questo girone è davvero il massimo”.

Quale giocatore ruberesti ai biancorossi?

Floriano mi fa impazzire, salta l’uomo ed è veloce come pochi. Sarebbe scontato citare anche Antenucci, giocatore che nonostante l’età, da professionista esemplare qual’è, sta ancora dimostrando le sue importanti qualità, nonostante quando al suo approdo in Serie A, lo davano per finito. Sarà un grande stimolo da difensore affrontare giocatori di questo livello”.