Dopo un campionato tortuoso e altalenante, ieri il Bari ha finalmente conosciuto il primo avversario sul cammino dei playoff. Tra le 3 sfide del primo turno riguardanti il Girone C, è spiccata l’impresa del Foggia in quel di Catania, che si è così guadagnato il terzo derby d’Apulia stagionale, evento già accaduto nel 1968/69 e 1981/82, quando si affrontarono due volte in Serie B ed una in Coppa Italia. Nel complesso il bilancio è leggermente in favore dei galletti con 18 vittorie contro 16 nelle 48 gare disputate. Le ultime due sono terminate con una vittoria di misura per parte, entrambe 1-0: a febbraio fu decisiva una splendida punizione di Cianci mentre Curcio di rigore aveva deciso l’andata. La sfida del secondo turno andrà in scena al San Nicola, dove i biancorossi avranno il vantaggio del doppio risultato ma anche maggiore conforto tra i precedenti con 15 successi conquistati su 26 incroci.

La prima assoluta risale al novembre 1933, con la rete risolutiva del biancorosso Frossi ad un minuto dal termine. Le vittorie più roboanti dei galletti risalgono al secondo dopo guerra con un 2-5 nel 1954 negli spareggi per la promozione in Serie C e dal 5-1 di Coppa Italia del 1958. Proprio la coppa nazionale è stata scenario di altre battaglie meno fortunate per i colori biancorossi, dove spiccano i ko per 4-1 del 1964 e 1977, oltre al tonfo del 2015,  tra l’altro ultimo successo dei rossoneri fuori casa, con i satanelli che si imposero al San Nicola per 1-2, marcature di Gigliotti e Floriano, nonostante una categoria di differenza (C e B).

Tuttavia nel corso degli anni non ci sono mai stati lunghi periodi di egemonia di una delle due squadre, infatti la maggior parte delle sfide sono state caratterizzate dal grande agonismo e tensione, come del resto i già citati precedenti della stagione in corso. Quattro sono, invece, le uniche apparizioni in Serie A tra il 1991-92 e il 1994-95. Nelle prime due si imposero i dauni allenati da Zeman. Quel Foggia dei miracoli capace di vincere entrambe le sfide stagionali: 4-1 in casa ed 1-3 fuori, con le rete decisive firmate da Baiano, Kolyvanov e Signori. Molto più dolci ai biancorossi i ricordi della seconda annata, vittoria per 2-1 firmata da Tovalieri e Amoruso ed un 2-2 allo Zaccheria, dove non bastò la doppietta di Pedone, a causa autorete nel finale di Bigica. Le ultime grandi emozioni di marca Bari risalgono al dicembre 2017, quel derby di B deciso dalla rete del foggiano Galano nei minuti di recupero sul terreno amico dell'astronave.

Sezione: Focus / Data: Lun 10 maggio 2021 alle 17:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print