Vincenzo Torrente è stato per due anni l'allenatore del Bari, in uno dei periodi più bui della storia biancorossa. L'attuale allenatore del Gubbio venne scelto nell'estate 2011 dopo aver condotto gli eugubini alla loro storica seconda promozione in Serie B.

Torrente si è raccontato ai microfoni di Rtv San Marino, rievocando ciò che aveva fatto a Gubbio, tanto da meritarsi la chiamata del Bari: "Ho lasciato il Gubbio in serie B. Il mio sogno è quello di riscrivere la storia. Tutto ciò, ovviamente, si può fare naturalmente con una programmazione. Allora ci fu una programmazione, si era costruita una idea di gioco propositiva - riporta gubbiofans.it - e si era formata una squadra con una certa base. In quegli anni abbiamo saputo valorizzare tanti calciatori, tipo Caracciolo, Gomez, Lamanna, Donnarumma, Galano oppure Borghese. Con un budget notevolmente inferiore alle altre pretendenti".

Sezione: Gli ex / Data: Mer 12 Febbraio 2020 alle 22:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print