Ex difensore biancorosso, Lorenzo Amoruso è intervistato da La Gazzetta del Mezzogiorno: "Ora è giusto occuparsi della salute comune. Il resto verrà da sè. Giocare? Per me è una follia. Sbaglio o ci sono ancora migliaia di contagiati. In Italia e, ora, in ogni angolo di mondo? Bisogna fermarsi e basta. E lo spettacolo? Non scherziamo, ragazzi".

Amoruso boccia anche l'idea di giocare d'estate... "Macché. Forse qualcuno dimentica che tra un anno, a maggio, ci saranno gli Europei. Si rischia di rovinare anche la prossima stagione. Qui siamo in piena pandemia mondiale e lo sport deve fare un passo indietro".

Sugli stipendi... "Complimenti a Chiellini e ai calciatori della Juve. Giusto così. Giusto che siano loro a fare il primo passo. Parlando di serie A non mi verrete a dire che sarebbe un problema rinunciare a due-tre mesi di stipendio. Non capisco quando l’Aic parla di trattativa. Qui c’è poco da trattare. I club non hanno più entrate. Diversa la situazione nelle categorie inferiori, certo. In Inghilterra rifiutati i tagli? Faccio fatica a crederci. Ma se così fosse sarebbe qualcosa di imbarazzante. Come se io chiedessi allo Stato i 600 euro... Roba da vergognarsi".

Amoruso parla del Bari... "Sono e resto tifoso del Bari che paga la scelta di confermare Cornacchini. L’anno scorso ha vinto ma quasi mai convinto con un calcio basato solo sulle individualità".

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 07 aprile 2020 alle 12:00
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print