L’allenatore del Bari Gaetano Auteri è stato ospite ai microfoni di RadioBari per commentare la vittoria dei galletti sul Bisceglie. Ecco le sue parole: "Partita strana dove abbiamo fatto bene a momenti, dobbiamo migliorare sotto l’aspetto difensivo, dobbiamo e possiamo fare meglio. Abbiamo condotto bene la partita. Non abbiamo preso la porta, non abbiamo impattato dei traversoni, è chiaro che la partita rimane così, siamo stati bravi a recuperarla. Qualche miglioramento c’è stato da parte di alcuni, parlo di Antenucci, che stasera è stato mobile e incisivo senza mai dare riferimento facendo gol e assist. Qualcun altro deve crescere come Cianci, che ha fatto bene nel primo tempo ma nel secondo si è un po' seduto perchè era stanco. Dei lievi segnali di miglioramento ci sono".

Su Mercurio: "È un ragazzo che sa giocare a calcio, ha dalla sua una giusta freschezza mentale. Ha fatto alcune cose importanti da giocatore vero, è un ragazzo posato ed equilibrato. Abbiamo dieci giorni di tempo per provare a fare alcune cose, probabilmente qualcosa cambieremo perché adesso il gruppo lo conosciamo profondamente. È mio dovere provare a fare di tutto per mettere nelle condizioni di fare bene questo gruppo. Un po' di crescita l’ho vista, sia collettiva che individuale, qualcuno è ancora indietro ma c’è tempo".

Sulla gara: "Abbiamo creato tante palle giuste, abbiamo creato aggiramenti importanti con Rolando e Ciofani, abbiamo messo in velocità tanti palloni che non abbiamo saputo chiudere. L’azione del gol di Antenucci è emblematica di quello che non è avvenuto nel primo tempo. Bisogna perseverare e continuare, alcuni dovranno crescere ancora. Abbiamo bisogno di essere un po' più solidi sul piano difensivo e in questo può darci una mano Celiento che è un giocatore molto reattivo. Vedo dei miglioramenti, giochiamo da squadra, l’abbraccio finale dei ragazzi è stato importante".

Riguardo la tattica della partita: "Il nostro atteggiamento, quando cominci aggredendo, alzando il baricentro e passando in svantaggio ti provoca che alcuni spazi si chiudono maggiormente. Muoversi senza palla non è facile negli spazi intasati, loro si muovevano con una linea a sei negli ultimi venti metri. Siamo stati bravi e lucidi, bisogna perseverare, quando le partite si sbloccano ci muoviamo di più anche senza palla. È più semplice giocare con la palla addosso che giocare gli spazi".

Continua Auteri: "Adesso troveremo squadre di livello diverso che giocheranno, adesso abbiamo trovato squadre che giocano palla lunga e rinvii del portiere, tra l'altro in una di queste situazioni ci hanno fatto gol, in questo modo diventa difficile fare break. Sono fiducioso, possiamo fare bene, c’è sintonia nel gruppo. Se avessimo anche i tifosi… ieri ho visto un video della stagione 2013-2014, strepitoso. Noi tutto questo non lo abbiamo visto. C’erano dei ragazzi giovani che hanno fatto una grande carriera come Polenta".

Sulla mentalità in vista della post season"Quando si giocano partite secche all’interno di una gara entrambe le squadre cambiano atteggiamento, passando i minuti è chiaro che la squadra che ha l’obbligo di vincere la gara qualche rischio se lo deve prendere. Le partite secche si giocano su un solo risultato, noi sicuramente su due, le cose all'interno di una gara cambiano velocemente.

Sulle avversarie ai playoff: "Sono tutte squadre consistenti che hanno qualità, ma anche noi abbiamo consistenza. Recupereremo qualche cosa, quelli che sono già cresciuti vorrei che crescessero ulteriormente, anche queste partite sono importanti per uno come Cianci che erano due mesi che non si allenava con continuità e adesso sono quindici giorni che si allena regolarmente, queste partite sono una grande opportunità di crescita. Il successo di stasera non ci deve far fare voli pindarici, dobbiamo continuare a lavorare come si deve".

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 02 maggio 2021 alle 23:08
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print