Sarà una domenica bestiale, per i galletti, la prossima. Un Bari ancora alle prese con il rientro dai rispettivi infortuni di molti effettivi affronterà al S. Nicola un Palermo ringalluzzito dalla vittoria di ieri con il Foggia.

Dovrebbero tornare disponibili, almeno per la panchina, Sabbione, Celiento e Sarzi Puttini e potrebbe rivedere finalmente il campo, per uno spezzone di gara, Matteo Ciofani, assente dal terreno di gioco dal derby con il Foggia del 27 febbraio scorso. Resteranno in infermeria, invece, i lungodegenti Andreoni e Citro, oltre a Raffaele Bianco, per il quale si nutre qualche speranza di recupero in vista dei playoff.  

Questa compagine, che più di una volta in stagione ha dato prova di enormi limiti caratteriali, tra tre giorni si troverà a dover affrontare un altro contesto psicologicamente difficile. I biancorossi, infatti, giocheranno la loro partita conoscendo già i risultati delle dirette concorrenti, impegnate tutte alle 12.30, qualche ora prima della truppa di Carrera.  

In programma a quell’ora lo scontro diretto Catanzaro-Catania, con la Juve Stabia impegnata in quel di Caserta, e l’Avellino chiamato ad affrontare, sabato, la Vibonese in trasferta. La classifica, per quel che riguarda i primi posti della zona playoff, quindi, sarà molto più chiara già prima che i galletti calpestino l’erba dello stadio di casa.

Una situazione che potrebbe non favorire Di Cesare e compagni. Mister Carrera ha più volte sostenuto di lavorare anche sulla testa dei suoi calciatori, apparsi fragili psicologicamente. Quello di domenica, dunque,  sarà un altro test importante, un vero e proprio antipasto di quel che potrà accadere ai prossimi spareggi. Dopo la disfatta di Avellino, un altro stop sarebbe imperdonabile. L’ambiente, già in ebollizione, non perdonerebbe a questa squadra un’altra figuraccia.

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 15 aprile 2021 alle 12:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print