"La classe di Laribi e Antenucci, sotto lo sguardo di Igor Protti, per archiviare la pratica Picerno e risalire a sei lunghezze dalla capolista Reggina". La Gazzetta dello Sport, sulle sue pagine nazionali, inizia così l'articolo sul match vinto contro il Picerno.

"La presenza dell’amato bomber dei bei tempi andati (fu capocannoniere in A nel 95/96 con 24 gol) ha ispirato il Bari, che ha ribadito con i fatti di non voler mollare la corsa al vertice", l'analisi.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 17 Febbraio 2020 alle 07:15
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print