Non avverrà domani l’esordio del Bari nei playoff, in seguito alla decisione del Consiglio Direttivo della Lega Pro di slittare di una settimana l'intero programma per permettere lo svolgimento della sfida tra Triestina e Virtus Verona (non giocata causa focolaio covid). Per provare a capire qualcosa in più sulle effettive chance dei galletti nella post season abbiamo sentito Michele Marcolini. L’ex calciatore biancorosso tra il 1997 e il 2001, intercettato in esclusiva dai nostri microfoni, si è espresso a riguardo, partendo dalla prima sfida in programma contro il Foggia: "Sarà affascinante. Oltre ad avere l'importanza del passaggio del turno, c'è un valore storico. Un derby tra Bari e Foggia non è mai una partita come le altre. Però la cosa importante sarà passare perchè bisogna fare strada. La piazza merita di meglio, dispiace vedere questa squadra far fatica in C. Bisogna combattere per cambiare questa realtà. Rinvio? Quando hai un po' più di tempo per lavorare, è sempre ben accetto, soprattutto se le cose non sono andate al meglio. Ti permette di organizzare meglio le idee”.

I problemi riscontrati in campionato: "Credo che il Bari abbia patito molto dal punto di vista psicologico il fatto di non poter più raggiungere la Ternana. Da quel momento c'è stato contraccolpo pesante, la squadra ha fatto fatica a fare in campo quello che voleva. Di conseguenza ci sono stati risultati insoddisfacenti e la perdita di diverse posizioni in classifica. Adesso però si azzera tutto, i playoff sono un campionato a parte. Serve un altro atteggiamento. Il Bari deve assolutamente cancellare gli ultimi periodi per ripartire con grande energia".

Il valore di ogni singola gara nei playoff: "Non ci sono margini di errore, anche con il doppio risultato. Basta un episodio per spostare gli equilibri, il confine è sempre molto piccolo. C’è la voglia di vincere ma anche il timore che un episodio possa metterti in difficoltà. L'aspetto psicologico fa la differenza. Una squadra pronta e matura per salire, sa come gestire queste situazioni e andare avanti". 

Sulle possibili favorite: "Questo status lascia un po' il tempo che trova. Già al primo turno abbiamo visto qualche sorpresa. A mio parere dipende molto da come una squadra riesce a raggiungere i playoff soprattutto dal punto di vista fisico. Chi sta bene, avrà una grande vantaggio". 

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 11 maggio 2021 alle 14:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print