La gara di ieri pomeriggio è stata arbitrata dal signor Perenzoni, con assistenti il signor Di Monte e la signora Lenza. La gara è stata ben gestita dall'arbitro che ha adottato uno stile abbastanza severo non perdonando i falli duri e le proteste. Nonostante ciò sono stati commessi gravi errori che, per fortuna, non hanno compromesso la vittoria dei biancorossi. In particolare da analizzare 3 situazioni dubbie, entrambe nel primo tempo.

La prima al 14esimo, quando dopo un rinvio sbilenco del portiere Pegorin, Hamlili recupera palla e serve Simeri, che, vedendo il taglio di Antenucci, lo serve alla perfezione. Il bomber molisano segna, ma l'arbitro annulla l'azione per fuorigioco sbandierato dall'assistente. Decisione errata in quanto Antenucci parte qualche centimetro dietro l'ultimo difendente reatino. La seconda avviene al 20esimo, quando su calcio d'angolo per il Rieti l'attaccante Beleck viene trattenuto da Di Cesare in fase di tiro. L'arbitro lascia proseguire, ma il penalty per i laziali sembrava giusto. La terza e ultima situazione è al 32esimo, quando Tirelli del Rieti riceve palla e cerca di superare Sabbione in velocità. Il difensore barese lo accompagna, ma il centrocampista avversario, appena sente la mano sulla spalla, si lascia cadere. L'arbitro fischia questa volta calcio di rigore, che però sembra però molto generoso.

 Nel secondo tempo invece il signor Perenzoni dirige la gara alla perfezione. Da segnalare la giusta espulsione al 71esimo per il centrocampista Tirelli, artefice di una entrata killer su Hamlili. Ed infine corretto anche il rigore fischiato al 94esimo per il Bari, poichè il difensore del Rieti Gigli, cadendo per contrastare il tiro di Ferrari, intercetta la palla con la mano. A nulla sono valse le proteste dei laziali, poichè l'arbitro, ben posizionato, fischia giustamente il penalty

Sezione: News / Data: Lun 9 Settembre 2019 alle 21:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print