Sarà una partita speciale, quella di domenica prossima, per Giuseppe Statella, centrocampista di fascia destra, in forza al Catanzaro. Il trentunenne di Melito Porto Salvo è uno dei cardini della mediana di Auteri, con 20 presenze all’attivo in quest’annata, una delle quali nella gara d’andata al S. Nicola. Ma la sua carriera calcistica è iniziata proprio con i colori del Bari addosso.

A 13 anni venne notato da un osservatore dei biancorossi, passò il provino ed arrivò in riva all’Adriatico. Compì tutta la trafila nelle giovanili, e venne spesso aggregato alla prima squadra. Il 3 maggio del 2008, l’esordio in serie B, nella trasferta di Ascoli, entrando a gara in corso su indicazione di mister Antonio Conte. Sul finire di quella stagione, conclusasi, per i galletti, con una tranquilla salvezza, l’allenatore lo utilizzò in altre due gare.

Per il ragazzo, successivamente, un lungo peregrinare in prestito, con maglie importanti, come quelle di Benevento, Salernitana, Torino, Grosseto. La sua storia nel capoluogo pugliese, però, non finì qui. Dopo le esperienze ad Andria e Pavia, infatti, il calciatore rientrò nei ranghi della compagine che, con Alberti e Zavettieri alla guida, fece sognare una città intera nella meravigliosa stagione fallimentare.

Lui fu protagonista dei primi sei mesi di quel campionato, con il club impelagato nella lotta per non retrocedere, prima di spiccare il volo verso i playoff. E nei ricordi dei tifosi baresi c’è una data in particolare. Il 14 dicembre 2013, infatti, il calciatore fece il suo esordio stagionale, in una partita tiratissima, contro il Carpi, sul punteggio di 1-2 per gli ospiti, grazie ad una doppietta di Mbakogu.

Ad un quarto d’ora dal termine, entrò in campo Statella, rilevando capitan Defendi. Una mossa che portò i suoi frutti. Al 91’ il mediano trovò quello che resterà l’unico gol della sua esperienza a Bari, regalando ai suoi un insperato pareggio. Nel mercato di gennaio, dopo aver collezionato un altro paio di gettoni da subentrato, il giocatore sarà ceduto a titolo definitivo in Lega Pro, alla Pro Vercelli.

La sua carriera è poi proseguita, tra cadetteria e serie C, a Cosenza (proprio in Calabria, quattro anni fa, fu capace di segnare 12 reti in 35 match), Terni, e adesso alla corte dei giallorossi, prossimi avversari del team di Vivarini.

Sezione: Prossimo Avversario / Data: Sab 07 marzo 2020 alle 20:30
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print