A conclusione della quindicesima giornata di Serie C, il portale TuttoC.com ha stilato la sua Top 11 di giornata relativa al Girone C. Per il Bari, dopo la grande vittoria nel pantano di Pagani, da segnalare nuovamente la presenza di bomber Antenucci. Di seguito la formazione completa:

PORTIERE

Paolo Baiocco (Paganese): nel primo tempo le prende tutte. Suo malgrado nella ripresa sul tiro di Antenucci non può nulla. Ma resta una prestazione maiuscola. 

DIFENSORI

Devis Nossa (Rende): il difensore risolve il match con un gol che vale oro per il Rende, a caccia di preziosi punti salvezza. Un elemento prezioso per il campionato dei biancorossi. 

Daniele Celiento (Catanzaro): grande qualità e quantità come sempre, il gol che sblocca il risultato è la ciliegina di una prova di livello, così come quella di tutta la squadra. 

Alessandro Celli (Ternana): prova grintosa per il difensore rossoverde che corre, pressa, anticipa, sempre con grande intesità per tutto l'arco del match. 

CENTROCAMPISTI

Pedro Costa Ferreira (Teramo): altra grande prova per il centrocampista biancorosso, che segna ancora e guida con sapienza la manovra della squadra di mister Tedino. 

Giuseppe Carriero (Monopoli): terzo centro in campionato per il cuore del centrocampo biancoverde. Rete che vale il meritato secondo posto in classifica. 

Giuseppe Sicurella (Sicula Leonzio): motore nella mediana bianconera, lucido nele ripartenze, spesso ci prova ma non trova la conclusione vincente. Dai suoi piedi parte l'azione per il gol di Lescano. 

ATTACCANTI

Carlos França (Potenza): dopo tanti mesi lontano dal campo, torna nel migliore dei modi. Gol della vittoria a ridosso del triplice fischio. Un ragazzino di quasi quarantanni che ha tutta l'intenzione di continuare a stupire. 

Andrea Russotto (Cavese): momento eccezionale per l'attaccante blufoncé, al terzo gol consecutivo in campionato. Sfrutta un'indecisione della Viterbese e non si fa pregare, scaricando in porta il pallone che vale tre punti. 

Mirco Antenucci (Bari): sornione nel primo tempo, piazza la zampata decisiva che permette ai biancorossi di espugnare Pagani. Doppia cifra in campionato, e non siamo neanche alla fine del girone d'andata. 

Gioele Origlia (Casertana): il giovane attaccate rossoblu è decisivo nel successo sull'Avellino, mettendo lo zampino su entrambe le reti. Il primo, di Starita, arriva sugli sviluppi di un suo tiro, poi fornisce a D'Angelo l'assist del raddoppio. 

ALLENATORE

Gianluca Grassadonia (Catanzaro): dopo un'iniziale fase di transizione, il tecnico giallorosso, subentrato in corsa, sembra aver trovato la quadra al Catanzaro. Un cambio di modulo, il 3-5-2, che dà più compattezza alla squadra, geometrie e l'immancabile grinta. Il successo col Catania non è un caso ed è arrivato grazie anche e soprattutto all'impronta che Grassadonia inizia a dare alla squadra. 

Sezione: Serie C / Data: Mar 19 Novembre 2019 alle 18:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print