Accadde oggi: Protti si laurea capocannoniere della A

12.05.2017 15:00 di Gianluca Sasso  articolo letto 4546 volte
Igor Protti
© foto di Federico De Luca
Igor Protti

12 maggio 1996: per l'ultima giornata di serie A, al San Nicola scendono in campo Bari e Juventus. Le due squadre non hanno ormai obiettivi: i biancorossi sono retrocessi aritmeticamente dopo la sconfitta della settimana precedente contro l'Inter mentre i bianconeri sono secondi e aspettano di giocare la finale di Champions League contro l'Ajax.

La gara è accesa, con Protti determinato a salire sul trono del re dei bomber, conteso da Beppe Signori. Passa in vantaggio la Juve con una punizione di Vialli, deviata da Montanari. A fine primo tempo, il pareggio di Protti, abile a battere Rampulla con un tocco astuto.

Nella ripresa, è ancora Vialli a portare in vantaggio i suoi con un gran tiro che si infila sotto la traversa. Il Bari si riversa in avanti per evitare la sconfitta, e a cinque minuti dalla fine arriva il secondo sigillo di Protti sugli sviluppi di un corner. In coabitazione con Signori, l'attaccante romagnolo è capocannoniere: non era mai successo che una squadra retrocedesse avendo in rosa il migliore goleador del campionato.