All'inizio del ventesimo secolo il calcio barese ha visto uno dei momenti più cupi della sua intera storia. La formazione pugliese ha infatti trascorso quasi un intero decennio in Serie B, arrivando anche a sfiorare la retrocessione in C: in questo frangente sono stati diversi i calciatori stranieri che si sono succeduti, con alterne fortune, sul prato dello stadio San Nicola. Fra questi il difensore svizzero Giuseppe Mazzarelli, giunto sulle sponde dell'Adriatico nel 2000.

Prima di sbarcare in Puglia aveva trascorso diverse stagioni in alcune delle società più blasonate del suo paese natale, come ZurigoGrassoppher e San Gallo, ma nel suo curriculum spunta anche una fugace apparizione in Inghilterra. Nel 1996 ha collezionato infatti due presenze con il Manchester City, che però era ben lontano dai fasti attuali: al termine di quel campionato, infatti, la società britannica retrocesse in seconda divisione.

La prima stagione in biancorosso fu tutto sommato positiva per il calciatore, che chiuse il torneo con due reti all'attivo, realizzate contro Perugia Roma. Non fu altrettanto felice l'andamento della squadra, che terminò il campionato con la retrocessione in Serie B. Mazzarelli restò in Puglia anche nelle due stagioni successive, con Sciannimanico, Perotti e Tardelli in panchina: anche in questo caso le soddisfazioni furono poche.

Nel primo dei due anni in cadetteria riuscì a ricavarsi il suo spazio, entrando nel cuore e nella mente dei tifosi biancorossi come un ottimo calciatore di punizioni. Nel campionato 2002-2003, però, il suo spazio si ridusse ai minimi, portando all'addio al termine della stagione. Mazzarelli si è ritirato nel 2007, dopo l'esperienza al Baden.

Sezione: Amarcord / Data: Mar 11 agosto 2020 alle 15:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print