Per Lorenzo Scarafoni,  ex attaccante biancorosso dall’1988 al 1990, uno dei fattori che indiscutibilmente sta condizionando l’annata del club dei De Laurentiis è l’impossibilità, per il pubblico, di assistere alle gare. In esclusiva ai nostri microfoni ha dichiarato: “L’assenza dei tifosi incide parecchio. Al sud, con Napoli, le piazze più importanti sono Bari e Palermo. In contesti come questi, il tifo si fa sentire, anche per gli avversari. “

Sulle prospettive della stagione biancorossa, il cinquantacinquenne ha spiegato: “Non me la sento di giudicare negativamente il cammino dei ragazzi di Auteri, sinora. Il risultato dell’operato della società sul mercato, si vedrà sul campo. Credo che i galletti stessi siano sorpresi del rendimento incredibile della Ternana. Ma si può arrivare in B anche arrivando secondi e vincendo i playoff. Dico agli appassionati di non fare prematuri processi e di restare al fianco della squadra.”

Alla richiesta di un giudizio sull’operato del tecnico, ha risposto: “Secondo me, può essere la persona giusta per raggiungere l’obiettivo. Non vorrei essere nei suoi panni, in un momento come questo, ma ha condotto i suoi ragazzi ad un solido secondo posto in classifica. E, nel calcio, può anche succedere che la capolista cali, nelle prossime partite. Ho fatto i corsi per diventare allenatore con lui, e si tratta di un gran professionista. In giro, c’è molto di peggio. Sconvolgere tutto, in una situazione come questa, non serve a niente.”

Sezione: Esclusive / Data: Mar 02 febbraio 2021 alle 19:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print