Una situazione già vissuta, condita da un sentimento di impotenza di fronte ad una classifica che comincia ad assumere contorni non propriamente felici. 

Una stagione cominciata sotto le fanfare che annunciavano un avvenire roseo, un inizio a singhiozzo ed una situazione che a metà campionato costringe alla rincorsa: è stato così nelle recenti annate in Serie B, così come nel testa a testa contro la Reggina dello scorso anno. Ma c'è un però, ed è quello che può far guardare al futuro con un pizzico d'ottimismo in più. 

A differenza delle stagioni precedenti, infatti, la banda biancorossa ha offerto prestazioni convincenti anche quando è uscita dal campo con il pareggio. Contro Viterbese Turris, ad esempio, si sono viste due delle migliori partite degli uomini di Auteri, un po' sfortunati e troppo poco cinici, ma comunque in palla. 

Elementi su cui lavorare ci sono: se costruisci il numero di palle gol avute in entrambe le partite, non andare in porta diventa quasi un peccato capitale. Ma il fatto che una squadra già pimpante abbia ancora margini di miglioramento può e deve essere elemento positivo in grado di dare speranza. In vista del proseguo della regular season ma anche degli eventuali playoff.

Lo scorso anno, infatti, il Bari di Vivarini non si è presentato pronto all'appuntamento più importante della stagione. Ora che le basi sono state già gettate, c'è tempo per lavorare sui dettagli. Se il corso del campionato è stato così simile a tanti tornei già vissuti in passato, l'epilogo deve (ed è un imperativo) essere diverso: con un aiuto dal mercato ed un perfezionamento di quanto già in rosa, le possibilità di compiere questo step ci sono. Ad Auteri ed i suoi uomini il compito di non deludere le attese.

Sezione: Focus / Data: Mar 12 gennaio 2021 alle 16:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print