Si è inaugurata ieri la sessione estiva del calciomercato 2020. Il primo giorno è stato aperto dal Bari con due ufficialità, non in entrata bensì in uscita. Francesco Bolzoni e Cosimo Nannini, infatti, hanno subito salutato i propri compagni e sono pronti a giocare, nuovamente in prestito, al Lecco. Ancora nessuna chance per i due reduci della Serie D ma, come sottolineato dal centrocampista lombardo, l’addio potrebbe essere soltanto un semplice arrivederci.

Il doppio slot lasciato al momento vacante, però, sarà presto occupato da Cristian Andreoni ed Alessandro Minelli. Con ogni probabilità, saranno proprio loro i primi acquisti targati Giancarlo Romairone. L’ex Ascoli è ormai blindato grazie ad un contratto triennale. La trattativa per il giovane difensore, abbastanza celere nell’esecuzione, si è invece sbloccata nelle scorse ore e la Juventus U23 lo girerà in prestito con diritto di riscatto. Entrambi, dunque, lasceranno il bianconero per sposare il biancorosso. Quelli di Andreoni e Minelli non sono certo nomi altisonanti, ma i rispettivi profili rispecchiano perfettamente l’identikit stilato, e più volte evidenziato, dal diesse genovese.

Il classe ‘92, dopo aver assaggiato la Serie B nell’ultimo anno, ha voglia di misurarsi anche con il girone C, mai affrontato in carriera nonostante la sua grande esperienza in terza serie. Visto il forte pressing su Berra da parte del Pordenone, e la posizione non del tutto solida di Ciofani, Andreoni potrà presumibilmente trovare spazio sulla fascia destra. Il difensore ventunenne, invece, è reduce dall’inaspettato successo in Coppa Italia di Serie C, vinta ai danni della favorita Ternana solo qualche mese fa. Nonostante l’investimento di gennaio, non ha però esordito con la seconda squadra juventina. Il minutaggio, dunque, è stato quasi nullo nello scorso campionato. Ma il suo arrivo conferma la voglia di svecchiare e dare delle alternative ad un reparto, quello difensivo, che avrà bisogno di diversi ricambi per restare sempre al top.

È ancora presto per i veri colpi di mercato. Il Bari, però, si sta certamente muovendo. Ed è conscio che, prima degli ulteriori ritocchi, occorrerà sfoltire una rosa superiore alla quota dei 22 uomini.

Sezione: Focus / Data: Mer 02 settembre 2020 alle 18:30
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print