Un ex biancorosso assente per infortunio, ed uno seduto in panchina. Si presenterà così, il Foggia, alla sfida di domani con il Bari, al S. Nicola. Non rientra tra i convocati per il match il terzino sinistro Nicola Turi, originario del capoluogo pugliese, tesserato a gennaio scorso dai satanelli ed ancora in attesa dell’esordio.

Oltre al ventitreenne, che con i galletti ha collezionato 16 presenze in D, con Cornacchini, nei ranghi dei foggiani c’è un’altra vecchia conoscenza dei tifosi biancorossi, che attualmente ricopre il ruolo di vice dell’allenatore Marchionni. Si tratta del quarantaquattrenne Roberto Cau. Il sardo, all’epoca promettente centrocampista, tra il 1995 ed il 1998 mise insieme cinque apparizioni nel club dei Matarrese, tra campionato e Coppa Italia, esordendo in serie A con Materazzi, per poi riscuotere in qualche occasione anche la fiducia del suo successore Fascetti.

Dopo una discreta carriera che lo ha visto vestire, tra le altre, la maglia del Monza, in B, e le casacche di Novara, Frosinone e Lanciano, in C, ha intrapreso il percorso professionale da tecnico. Un biennio da vice al Como, prima di approdare, nel 2019, al Foggia, con il medesimo ruolo. Il punto più alto, finora, della sua esperienza in Capitanata, è stato toccato alla prima giornata di questo campionato.

Prima dell’inizio della stagione, l’incredibile tourbillon sulla panchina rossonera, con l’avvicendarsi, in pochi giorni, di Ezio Capuano e Vincenzo Maiuri, prima che la società optasse per Marchionni, scelto a poche ore dalla sfida inaugurale, con il Potenza. Per ragioni legate al tesseramento di quest’ultimo, a guidare la squadra, in quell’occasione, fu proprio Cau, conducendo la sua compagine ad una bella vittoria per 2-0.

Sezione: Gli ex / Data: Ven 26 febbraio 2021 alle 19:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print