Vincere, per continuare a sperare nella promozione diretta. Il Bari, impegnato questa sera a Terni, con tutti gli effettivi a disposizione, troverà un’avversaria agguerrita, decisa ad accorciare il distacco in classifica dai pugliesi, attualmente distanti sei punti. Pronte ad approfittare di un eventuale passo falso dei biancorossi, la capolista Reggina, impegnata a Catanzaro, ed il Monopoli, che ospiterà il fanalino di coda Rieti.

I rossoverdi umbri, che non potranno contare sull’apporto di capitan Defendi, di Suagher e di Salzano, fuori per infortunio, non vanno in rete, in campionato, dal 22 gennaio scorso. Per ovviare alla recente sterilità offensiva, si affideranno agli ex galletti Partipilo e Vantaggiato, oltre che alla vena realizzativa dell’argentino Ferrante.

Vivarini, invece, per perforare la retroguardia ternana, che conta nei ranghi, seppur da riserve, due vecchie conoscenze dei biancorossi, Modibo Diakitè e Simone Sini, spera nel ritorno al gol di Simeri, a secco dalla gara casalinga contro la Sicula Leonzio, supportato da un Laribi apparso ultimamente in netta crescita, e dal solito Mirco Antenucci, indiscusso capocannoniere del campionato.

In un incontro che si preannuncia tirato e con poche occasioni da rete (si fronteggeranno due delle migliori difese del torneo), sarà importante anche l’utilizzo dei cambi, da entrambe le parti, e la cura dei particolari sui calci piazzati. All’andata, a sbloccare il match, nel secondo tempo, fu un’invenzione di Zaccaria Hamlili. Ed il raddoppio di Sabbione arrivò sugli sviluppi di un corner. Proprio il centrocampista marocchino, reduce da un lungo stop, potrebbe tornare sul rettangolo di gioco stasera, per uno spezzone di partita. Altre possibili soluzioni a gara in corso, come contro la Cavese, sono D’Ursi, Terrani e Costantino.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 26 Febbraio 2020 alle 16:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print