La fresca promozione in serie C, conquistata aritmeticamente sul campo del Troina, ha rasserenato l’ambiente biancorosso dopo le ultime travagliate stagioni. Il ritorno nei professionisti, con la nuova proprietà, rappresenta il primo passo della scalata che vedrà la terza categoria nazionale come il secondo step da superare. Per farlo, occorrerà allestire una squadra competitiva. Il club si sta già muovendo in tal senso con svariati sondaggi a calciatori di categoria superiore ma prima di compiere ulteriori passi importanti, l’imminente futuro si chiama Poule Scudetto.

In più occasioni Luigi De Laurentiis ha dichiarato di considerare la competizione come un ulteriore obiettivo da perseguire. Nonostante la fiducia riposta in Cornacchini da parte dei dirigenti e le voci delle ultime settimane che lo vedono come il candidato numero uno alla panchina del Bari che verrà, il suo futuro dipenderà anche dall’esito del torneo che prenderà il via domenica prossima. Allo stato attuale, il presidente biancorosso non ha sciolto le riserve circa il futuro del tecnico marchigiano. Confrontarsi con compagini più quotate di quelle affrontate nel girone I, a cominciare dal Picerno, potrà significare molto. Per Cornacchini e per tutti quegli elementi in organico sotto la lente di ingrandimento di Scala e di Giuntoli.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 07 maggio 2019 alle 09:00
Autore: Mario Caprioli
Vedi letture
Print