Si è conclusa ieri l'ultima giornata del campionato di Serie B, in una serata ricca di emozioni. Accedono ai playoff Spezia, Pordenone, Cittadella, Chievo, Empoli e Frosinone: tra queste squadre uscirà la terza promossa in Serie A, dopo Benevento e Crotone. In coda si salvano incredibilmente Cosenza e Ascoli, che sembravano spacciate neanche un mese fa. Retrocedono Trapani, Juve Stabia e Livorno, mentre al playout si affronteranno Perugia e Pescara.

Alla luce di ciò, proviamo ad imbastire quello che potrebbe essere il prossimo Girone C, rispettando il criterio geografico adottato negli ultimi anni.

1. Bari;

2. Bitonto;

3. Monopoli;

4. V. Francavilla;

5. Potenza;

6. Picerno;

7. Avellino;

8. Casertana;

9. Turris;

10. Paganese;

11. Juve Stabia;

12. Cavese;

13. Vibonese;

14. Catanzaro;

15. Sicula Leonzio;

16. Trapani;

17. Catania;

18. Palermo;

19. Teramo.

Per la 20esima squadra, tutto dipenderà dall'esito del playout. Se a retrocedere fosse il Pescara, allora sarebbero inseriti gli abruzzesi in un girone che sarebbe un vero e proprio inferno. Se a retrocedere fosse il Perugia, allora verosimilmente comparirebbe l'unica laziale presente: la Viterbese. Attenzione però alla posizione di alcune squadre: dalla Sicilia sono sempre più insistenti le voci che vogliono la Sicula Leonzio non iscriversi al campionato; mentre a Teramo il proprietario ha parlato di difficoltà economiche per l'iscrizione. Da tenere sott'occhio anche il Bitonto, indagato per una presunta combine effettuata due anni fa. In caso di esclusione di una delle squadre sopra elencate, a giovarne sarebbe probabilmente il Foggia, che sarebbe ripescato dalla Serie D.

Rispetto allo scorso anno, probabilmente non figurerà la Ternana. Le fere verrebbero inserite in uno dei due gironi del Nord: una piccola notizia positiva per il Bari.

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 01 agosto 2020 alle 16:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print