Mister Vincenzo Vivarini, intervenuto ai microfoni di RadioBari, ha commentato il pareggio guadagnato a Reggio Calabria: “Mi piacciono le partite di qualità, dove si deve giocare di più la palla. La posta in palio era alta, è stata una gara molto combattuta. Da ambedue le squadre c’è stata più tensione, con un lavoro intenso. Penso che lo spettacolo lo crea anche la grande tensione che c’è in queste sfide. L’avevamo preparata per non concedere niente, dovevamo giocare di più la palla per creare i tre contro tre in avanti. Giochiamo sempre per vincere, ma oggi dobbiamo essere contenti”.

Sul prosieguo di campionato“Il campionato è lungo, non cambiava niente anche in caso di vittoria o di sconfitta. Avrei voluto di giocare un po’ di più, ma ne prendiamo atto e si riparte. Bisogna vincere da domenica prossima, è cambiato totalmente rispetto al girone d’andata”.

Sulla prestazione di Antenucci, l’allenatore biancorosso ha valutato: “Mirco si è sbattuto tanto, ha lottato su ogni palla e ha fatto una gran partita. Ci volevano le attenzioni giuste per la parte tattica ed una freschezza maggiore sotto l’aspetto atletico”.

Sul gemellaggio sugli spalti, Vivarini si è così complimentato: “Noi in campo eravamo di serie C, però sugli spalti si era in serie A. Faccio i complimenti ai tifosi delle due squadre”.

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 26 Gennaio 2020 alle 17:40
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print