Il pareggio interno contro il Teramo non può accontentare il Bari. A distanza di due giorni dalla prima al San Nicola abbiamo intervistato Alessandro Del Grosso. L'ex biancorosso, in esclusiva ai nostri microfoni, si è soffermato sull'andamento della gara: "Già è difficile affrontare una squadra come il Teramo ma se poi prendi gol subito diventa tutto più complicato. Il tiro di Bombagi è stato splendido ma il portiere se lo doveva aspettare. Magari Frattali poteva essere un attimino più pronto. Poi comunque il Bari ha subito reagito. Gli abruzzesi si sono difesi bene ma i galletti hanno avuto parecchie occasioni sia prima per pareggiare che anche dopo. Rovesciata di Marras? Ha preferito il gesto atletico alla botta sicura. Bisogna essere più cattivi sottoporta, ci vuole più semplicità in quei momenti". 

Tra i singoli un calciatore ha sorpreso le aspettative di Del Grosso: "Lollo ha fatto davvero molto bene. Non credevo riuscisse a dare subito questo apporto. Il primo che vedo, dopo tanto tempo, capace di cambiare marcia alla partita. Si è mosso bene ed ha dettato gioco, supportato anche da una buona condizione fisica. Sarà una pedina importante". 

Sulla scelta di Auteri nel passare al 4-2-4 nel corso della ripresa per rimediare allo svantaggio: "Non si è spaventato perchè comunque ha visto che poteva riprendere la partita. Però la squadra non si è sbilanciata troppo, non ha rischiato di prendere gol però poi è mancata la zampata vincente". 

La rete di Celiento ha reso solo meno amaro il risultato finale: "Magari in futuro questi potranno rivelarsi due punti pesanti persi ma abbiamo appena iniziato il campionato. La squadra ha fatto bene però deve crescere perchè troverà spesso squadre del genere, che verranno a chiudersi per portare a casa il punto e fare bella figura. Al momento vedo grande livellamento nelle partite del girone". 

Ora è previsto il doppio impegno ravvicinato contro Cavese e Viterbese: "Squadre spigolose che hanno come primo obiettivo la salvezza e cercano di non far giocare l'avversario. Queste partite saranno importanti ma bisogna pensare un passo alla volta. Già da mercoledì perchè è un match particolarmente sentito a Cava. Negli ultimi anni il progetto della società sta crescendo. Per il Bari sarà dura scardinare la loro diga".

Sezione: La sciabolata / Data: Mar 06 ottobre 2020 alle 10:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print